Intervista a Rodolfo Guerra sul nuovo disco “Todo”

Il Maestro Rodolfo Guerra, uno dei punti di riferimento della
musica latinoamericana in Italia, insieme alla sua orchestra Sincopa Latina,
dopo due anni di assenza dalle scene salsere, torna sul mercato con un nuovo
disco, frutto di una crescita musicale al quale il maestro ci ha sempre abituati
sfornando ogni volta brani di grande qualità miscelati alla sua sapiente cultura
musicale.
E il caso questa volta di "TODO" con il quale avremo presto a che fare
nelle nostre sale da Ballo.
Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con questa intervista che Rodolfo ci ha
concesso e con il quale parla di questo nuovo lavoro e non solo. Io ho avuto il
piacere di sentire le note di questo disco in anteprima e come già detto
dimostrano una notevole maturita aritstica con brani bellissimi miscelati con
altri generi musicali col quale il bassista della Sincopa Latina si prodiga
egregiamente. Balleremo sicuramente una bella descarga ed un brano stile Victor
Manuelle ma il resto sarà una sorpresa per gli amanti della buona musica.
"Todo" uscirà tra pochissimo e prossimamente faremo una recensione dettagliata
di ogni brano ma ora eccovi l’intervista che Rodolfo Guerra ha concesso ai
nostri microfoni.

 Fabrizio Zoro
 

Ciao Rodolfo parlaci un po di questo album: "Todo"

 Si, "Todo" è un album vario affinchè il disco sia gradevole da ascoltare sin
dal primo all’ultimo pezzo.C’è salsa, descarga, afro bolero, un blues in latino,
c’è un reggae, una salsa con un cantante di Flamenco  (il bravissimo Pablo
Alvaro) , c’ una bachata un latin jazz e spero che piaccia questa varietà
musicale.

Quando uscirà questo disco e sotto quale casa
discografica?

 "Todo" Uscirà per fine novembre o primi di dicembre e faremo anche una grande
presentazione dove questa serata coinciderà con i 10 anni della band dove faremo
una grandissima festa. Il disco uscirà sotto etichetta Galletti e Boston

Cosa significa per te questa produzione?

 Per me significa dopo 10 anni con la band, un passo decisivo perchè mi rendo
conto di approfondire il discorso musicale e di arrangiamenti, questa è una cosa
positiva perchè l’importante è crescere sempre senza fermarsi mai.
 

Ci sono Canzoni del disco alla quale ti senti legato?

 Si due in particolare, "Hermanita", una ninna nanna musicata dedicata alla
mia sorellina e "Tu Soledad" che è una balada molto dolce.

Dopo 10 anni che ti dedichi alla musica pensi di essere giunto alla maturita
completa musicalmente parlando?
 

Spero di no, spero che la salsa mi riservi ancora molte sorprese e molto da
imparare ancora , l’importante è non fermarsi mai.
 


Perchè "Todo"?
 

Perchè è come nella parabola della Bibbia dove una donna ha dato un denaro in
beneficienza ed un altra ne ha dato un decimo allorchè Gesu ha detto che chi ha
dato di più è stata la donna che ha dato il decimo poichè era tutto ciò che
possedeva. Ecco io vorrei che ognuno di noi desse tutto ciò che può in ogni
ambito della vita, in amore in amicizia sul lavoro ecc.


Hai Girato l’Europa per cercare le collaborazioni del disco, come vedi la
situazione europea della salsa?


La vedo bene perchè stanno arrivando tanti artisti dall’america e le nostre
orchestre possono accompagnare questi artisti cosicche ci si può confrontare e
crescere grazie a questi artisti, noi abbiamo accompagnato ultimamente Lalo
Rodriguez, Luisito Carrion ecc. e alla fine dei concerti ci abbracciano perchè
sono stati soddisfatti pienamente del nostro operato

Hai fatto un reggae, perchè non ti sei buttato sul reggaeton che va di moda?

 (ridendo) Perchè ormai la zona del reggaeton è affollata c’e troppa gente e
allora ho provato col reggae.

La sezione fiati è quasi tutta spagnola come mai e come è nata questa
collaborazione?

 In occasione del mio primo disco uscito 10 anni fa avevo un trombettista,
Fernando Hurtado che allora suonava con Isaac Delgado e siccome cercavo il suo
stile per questo disco l’ho contattato l’estate scorsa dopo che l’avevo perso di
vista e sono andato a Madrid dove ho trovato grazie a Fernando anche un
trombonista e allora sapendo che lavoravano insieme, dopo una prima idea di fare
i tromboni con Carlos Miñoso in Italia ho fatto tutto li e con lo stesso fonico
Josè Mendoza grande professionista, che vanta un curriculum da favola con
collaborazioni con Marc Anthony, Oscar d’Leon e Mercadonegro.
Poi un altro fatto, io cercavo un cantante di flamenco ed ho conosciuto Pablo
Alvaro grandissimo cantante di flamenco con cui ho fatto una salsa "Flamencata"
ed ho conosciuto Rodrigo Nuñez cui mi ha suonato gli strumenti tipici peruviani
per il brano "Soy Peruano"
.

Cosa ci dici appunto del brano "Soy Peruano "?
 

Io sono orgoglioso delle mie radici non le cambierei mai e non le negherò
mai, io voglio essere il peruviano di quello che canto , io sono un peruviano di
lealtà, sono un peruviano onesto, franco e sincero, io appartengo a quella
razza, quella degli Inca, io sono un peruviano che avanza la dignità e questo ho
voluto musicare.

Cosa dice interiormente Rodolfo Guerra di quest’album?


Io sono proprio felice con la F maiuscola, ho fatto un solo giorno di ferie
quest’estate per fare questa cosa e ne approfitto per ringraziare i produttori
italiani : Galletti e Boston e la Level 49 che credono in noi e nel lavoro e
nello sforzo che facciamo per dare un buon prodotto.

 Quali sono i progetti futuri di Rodolfo che si dedica
anche ad altri generi musicali, come il Funky, il blues ecc Il futuro sarà
ancora per la salsa o per altri generi?
 

Come dice Arturo Sandoval "..la musica non si divide in generi , la musica è
musica…" io ho avuto il piacere di conoscere musicisti italiani di fama
internazionale come Walter Calloni (noto batterista di blues e grande
conoscitore della musica latin jazz) o Markelian Kapedani pianista o Luca Pasqua
chitarrista e loro mi hanno fatto conoscere e mi hanno fatto avvicinare alla
loro musica alla fusion ecc alla musica occidentale, quindi loro mi hanno aperto
un mondo che non conoscevo, ora non so quali saranno i miei progetti futuri con
la Sincopa latina però sicuramente la mia musica e la mia testa si è arricchita
e ne sono molto felice.
 


Ultima domanda tu oltre ad essere un grande musicista sei uno tra i pochi che si
dedica all’insegnamento della musica latina in Italia, vedi che nel corso degli
anni gli allievi aumentano sempre di più con conseguente accrescimento
dell’interesse verso questo genere o siamo rimasti agli anni passati?

Io ringrazio tutte le scuole di ballo che mi chiamano per fare stage musicali
e vedo che c’è molta sete di apprendere la nostra musica per suonarla o ballarla
ma tutto è nato per caso, l’insegnamento è arrivato cosi senza che io lo
cercassi e tutt’ora ho molti corsi ma non li  pubblicizzo, arrivano gli
allievi da soli e in numero sempre crescente tanto da insegnare in tutta Europa.


Grazie Rodolfo sei stato gentilissimo.

Grazie a te, a Salsa.It e a tutta la gente che ci appoggia ed un ultima cosa,
non copiate i cd perchè se li comprate potremo anche avere le disponibilità per
dare agli album sempre suoni migliori ed una qualità simile a quella americana,
quindi non copiate i cd, noi dal canto nostro cerchiamo di non alzare i prezzi
del disco in modo che possiate comprarlo originale. Dunque il prossimo cd si
chiama quindi "Todo" ed io vi do "todo mi corazon"
 Grazie di nuovo a tutti
 

 

 

 

Fabrizio “Zoro” – fabrizio@salsa.it

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here