Para Tocar Y Bailar

Finalmente una Sonera che non tende ad imitare la voce roca de La India o quella de La Reina! Benicia possiede – infatti – una voce piena ma non aggressiva…dulce como el melao. D’altronde l’ intero album , pur essendo carico di ritmo , e’ abbastanza ‘soft’ anche negli arrangiamenti: le trombe ( Jose Aguirre ) ad esempio sono dolci quando occorre e pure inkazzate quando il pezzo lo richiede.
Il cd consta di 11 tracce ( 49’) e parte con la salsa ‘ Con usted’ con molte inserzioni spagnoleggianti….molto ballabile. Troviamo ancora la Salsa/Chacha ‘ Baila Pegaito’, i due brani Salsa ‘ Doble error’ e ‘ Para tocar y bailar’, poi la Cumbia ‘Cadera y Cumbia’ , ‘ Quiero embriagarme de amor’ traccia di Salsa che si conclude con una bella Descarga.
Si prosegue col Chacha ‘ Tiempo’, ‘Duele’: un brano atipico che parte in Bachata ( Tres y Bandola: Jorge Herrera ) per poi svilupparsi in Salsa; ‘La reina del boogaloo’ in realta’ una Salsa molto tirata con un bell’ assolo del trombonista Carlos Latoche. Per concludere: ‘ Cumbia Coquesta’ e il bonus track: ‘Sexo’ unica salsa di non grande spessore.
Il sound proposto da Benicia – nella parte salsa – ha ben poco a che vedere con la salsa colombiana (commerciale o meno che sia) e l’ album -a mio avviso – e’ una produzione di spessore – com’e tradizione di BiboMusic (Mercadonegro, RodriGo!) – che propone Salsa internazionale molto molto piacevole e ballabile, anche grazie all’ apporto del pianista Jorge Herrera che in questa produzione ha avuto un ruolo assai importante . Cio’ nonostante Benicia sia nativa di Cali e l’ intero album sia stato realizzato in Colombia.

Roberto Rabbi

Lascia un commento

SHARE
Previous articleHommages
Next articleMichel Maza

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here