Michel Maza

Joe Michel Maza Márquez è nato a Cuba il 16 marzo 1978 da una famiglia
di musicisti: la madre, Beatriz Márquez, è stata nominata “la Musicalísima”, per
la sua voce dolce e cristallina, il padre, Pepe Maza, è un cantante popolare con
un timbro grave e potente e il nonno René Marquez, è stato un cantante e
chitarrista nato nel 1930, nel periodo dei ‘trovadores’.
Anche se una delle sue aspirazioni era diventare un giocatore di baseball, sin
dall’infanzia studia conservatorio e si diploma in piano.
Si distingue da giovanissimo nel panorama musicale cubano, tanto da guadagnarsi
l’appellativo di “el Menor de la Salsa”, ma soprattutto le attenzioni di
David Calzado e, nel 1995, a soli 17 anni, diventa il membro più giovane
in assoluto della Charanga Habanera.
L’inizio degli anni ’90 rappresenta il ‘periodo especial’ a Cuba, nel pieno boom
commerciale della salsa cubana, da loro ‘timba’, ed esplodono artisti quali
Isaac Delgado, Paulito FG, Manolín “el Medico de la Salsa” ed ottengono maggior
visibilità gruppi storici quali NG La Banda, Adalberto Alvarez y su Son, i Los
Van Van.
L’arrivo in questo contesto mette le basi affinché Michel Maza diventi
l’autentica stella della Charanga Habanera, grazie al timbro vocale e ad uno
stile aggressivo, ma soprattutto ad una grande capacità di stare sul palco, con
un potere quasi ipnotico verso il pubblico, tanto da essere paragonato al mitico
cantante Benny Moré.
Con la Charanga Habanera contribuisce ai due fortunati album “Pa’ que se
entere La Habana
” e “El charanghero Mayor” e rimane anche dopo la
famosa separazione del gruppo, fino a quando, nel marzo del 1999, per problemi
di salute, abbandona la scena per quasi un anno.
Al suo ritorno decide di unirsi con la Charanga Forever, cioè il gruppo
nato dopo la separazione della vecchia Habanera, ma vi rimane solo pochi mesi.
Siamo all’inizio del nuovo millennio e Michel tenta di formare una sua
orchestra, ma sia “Michel y la Bola” e poi “Michel y la Tentación”,
durano pochi mesi ognuna.
Una personalità forte ed un carattere difficile lo portano spesso in polemica
con gli artisti che lo circondano e, a questo punto, sceglie una carriera da
solista, collaborando in produzioni internazionali con vari artisti, tra i quali
spicca quella con Pablo Milanes.
Siamo giunti al 2004 quando pubblica il suo primo disco da solista “Fiiieeeeesta….”,
nome preso dal suo grido durante i concerti.
Segue, due anni dopo, “Que hablen, los habladores…”, definito, da molti
addetti ai lavori, un capolavoro nell’ambito della timba cubana.
Nel 2007 partecipa, insieme ad altri eccellenti timberi quali Tirso Duarte,
Pedro Pablo e Mandy Cantero, alla registrazione del cd “Aquì estan los ases”,
mentre è del 2008 la terza produzione “Como Un Gato De Angora”, nella
quale Michel Maza si è avvalso della collaborazione di artisti cubani che vivono
stabilmente a Lima (Perù).

Discografia –

Fiiieeeeesta… (2004);
Que Hablen los Habladores (2006);
Aquì estan los ases (2007) (partecipazione ad un progetto);
Como un Gato de Angora (2008).

Fonti informative :
‘Timba – Il suono della crisi cubana’ di Vincenzo Perna (Arcana Editore);
website: lujuriamusic.com;

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here