WILLY CHIRINO: siamo i campioni della salsa, Pa’ Lante

Willy Chirino: siamo i campioni della salsa, Pa’ Lante
di Gian Franco Grilli

“Noi siamo i campioni” canta Willy Chirino. Ovviamente, campioni della salsa. E infatti “Los Campeones de la Salsa” è il titolo del brano che introduce il nuovissimo disco “Pa’ Lante”, la ventinovesima produzione firmata dall’artista cubano, residente a Miami dal 1961, ma nato nella provincia cubana di Pinar del Rio, terra agricola con enormi piantagioni di tabacco: qui si coltiva il vuelta abajo, il miglior tabacco del mondo da cui si ricava il sigaro cubano, che, assieme alla musica, è l’ambasciatore di Cuba nell’Universo. Quella regione verde, Pinar del Rio, ha dato i natali anche al compianto Polo Montañez, insomma è un guajirito il bravo Willy, una delle voci più importanti – assieme a Gloria Estefan – dell’esilio artistico cubano, amatissimo anche dai suoi connazionali residenti nell’Isla e che in passato ascoltavano segretamente le sue canzoni sfidando il regime. Ma ora c’è più tolleranza e l’ascolto di Chirino non è più clandestino.
Con il nuovo lavoro, “Pa’ Lante”, ancora una volta Willy Chirino fa coppia con i grandi della musica che ha coinvolto in questo progetto. E inizia subito in modo scatenato, appunto, con “Los Campeones de la Salsa”, dove collaborano i campioni della salsa (e i migliori del son), ovvero Oscar de’ Leon, Frank Ruiz, Celia Cruz, Isaac Delgado, Gilberto Santa Rosa e Victor Manuel, le cui voci sono state inserite in questa bellissima traccia, ricca di sfumature, colori e sonorità, tra cui anche reggaeton, ma sempre tutto ben calibrato e con un ritmo travolgente. Ritmo che ci accompagna dritto nell’altrettanto travolgente ed esuberante brano che è “Pa’ Lante”, la title track. Canzone-messaggio, piena di fiducia e ottimismo, quel sentimento vitale che mescolato all’amore Willy rinnova continuamente ed ora canta suppergiù così
“Quando risulta tutto difficile/ quando hai perso la speranza/ …Fai un giro e guarda diversamente le cose/ Pensa che tutto può cambiare/ …E la forza che ti manca, l’hai dentro l’anima e lì la incontrerai/…Avanti, avanti, cammina, non trattenerti/Avanti, avanti, con forza, tutto si può ottenere, tieni alta la testa, guarda allegramente al futuro perchè qualcosa di buono verrà…. “.
Solo queste due canzoni, tra le 15 belle tracce, giustificherebbero l’acquisto di questo album (già recensito nella rubrica da Roberto Rabbi) che annovera – oltre alle collaborazioni descritte e dei musicisti della band di Chirino – anche quelle dello straordinario pianista portoricano Papo Lucca che ci regala lo splendido assolo in “Fue La Musica” trasformando per un attimo questa eccitante salsa in latin jazz; eppoi la dinamica brasiliana Daniela Mercury che duetta con Willy in “Hay Amores” un mix variegatissimo di merengue, hip hop, reggaeton, cumbia, latin pop ecc., e altri temi affascinanti, tutti eseguiti in modo magistrale, tra cui spicca anche il bolero ricco di romanticismo. Strepitosa la traccia 13, una conga contemporanea “Que Se Vaya Ya“ (pa’ el carajo!).
Poteva mancare la canzone politica da uno che vive in esilio e soprattutto nella vicina Florida? Ecco allora “13 de Julio – El Mar Nos Une”, brano di speranza e di conforto rivolto ai milioni di cubani, agli hermanos, che per varie ragioni – esilio per motivi ideali o economici – vivono all’estero. In attesa di riabbracciare la libertà e costruire una nuova alba, vedere un’Avana differente.
In conclusione, un bellissimo cd che con ogni probabilità scalerà le classifiche della musica latina, ambiente sempre molto attento a questo cantautore, musicista, poeta, cronista. politico che ci ha regalato diversi capolavori musicali, una voce doc per una salsa doc, e che continua a raccontare le sue origini, la sua cultura, la nostalgia, le aspirazioni attraverso salsa, ritmi cubani, caraibici e latini molto spesso amalgamati ai linguaggi moderni della musica nordamericana.

Gian Franco Grilli

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here