Yomo Toro e Frankie Morales al Festival Latinoamericando

AL FESTIVAL LATINOAMERICANDO UN INCONTRO MEMORABILE TRA YOMO TORO E FRANKIE MORALES, CANTANTE DEL LEGGENDARIO TITO PUENTE

Un grande spettacolo con “Nene” Frankie Morales e Yomo Toro. I due artisti si esibiranno insieme a un ensemble eccezionale in una performance che vedrà trionfare il vero talento musicale.

Giovedì 26 luglio il palco del Festival LatinoAmericando ospita un duo d’eccezione: Yomo Toro e Frankie Morales. “El Nene” (come è soprannominato Morales nell’ambiente artistico) emozionerà il pubblico cantando sopra le note di Yomo Toro, il miglior esecutore del “cuatro”, una piccola chitarra di derivazione spagnola.

Nel tour europeo oltre ad un ensemble eccezionale Yomo Toro sarà affiancato dal famosissimo Efrain “Frankie” Morales, che ha modellato la sonorità del suo canto direttamente sulle strade del “Barrio”, il quartiere latino di New York.

Yomo, inizia a suonare all’età di sei anni incoraggiato dal padre, un chitarrista dilettante che gli insegna tutto quello che sa dello strumento, e dopo essersi esibito con vari artisti locali, nel 1950 porta il suo stile al Teatro Puerto Rico di New York. E’ un successo immediato, che gli fa acquisire l’appellativo di re della plena e delle “décimas”, le strofe spagnole di dieci versi.

A New York collabora con i migliori musicisti latini e registra un incredibile numero di dischi. Inoltre, per più di sette anni il virtuoso del “cuatro” porta la sua energia in televisione, con il suo “The Yomo Toro Show” dove incontra tra le più interessanti personalità latine.

Quale prova del suo notevole talento, il musicista portoricano ha fatto parte della storica Fania All-Stars, con la quale ha realizzato varie tournée mondiali e con cui ha realizzato alcune delle migliori incisioni e film del decennio. Dal 1994 ha formato la Latin Legends Band, unendosi ad artisti di grande valore come Larry Harlow e Aldalberto Santiago, già ospiti del Festival.

“El Nene” Frankie Morales inizia il suo percorso artistico nel conservatorio “Boys Harbor” di Harlem, ma è con icone della musica come Celia Cruz, Ismael Rivera, Pellin Rodríguez, Ismael Miranda, Cheo Feliciano che Morales migliora professionalmente facendo il corista nella gloriosa orchestra dell’ineguagliabile Hector Lavoe, sulla vita del quale è stato realizzato un film interpretato da Marc Anthony e Jennifer Lopez.

Il primo album in cui compare è Sabor del barrio del gruppo Bad Street Boys di Josè Pintor. Dopo aver suonato anche per Los Hermanos Lebron (da poco visti al Festival) che erano alla ricerca di un cantante per il loro Sobresaliendo, incide con la Cayman Record due dischi, En su punto e Standing out, che lo portano all’attenzione di un pubblico più ampio.

Tra le varie occasioni di rilievo che segnano significativamente il suo percorso artistico sono la collaborazione con Tito Nieves e l’invito da parte della Fania All-Stars, ma il momento più significativo è senza dubbio quello in cui viene chiamato dalla mitica orchestra di Tito Puente, l’ineguagliabile “Rey del timbal”.

Dopo aver partecipato alla produzione Dancemania 99, un live registrato da Puente al Club Birdland di New York che ottiene la nomination per il Grammy, Morales è presente in altri due cd vincitori al Grammy i cui titoli sono The great di Eddie Palmieri e Masterpiece, l’ultima produzione di Puente.

Una volta entrato a far parte dell’ ensemble dell’artista, Morales è stato presente costantemente in questa formazione in veste di cantante fisso, fino allo spettacolo finale del percorso artistico di Puente, in cui, a Porto Rico, ha suonato per l’ultima volta il timbal.

E’ con il cd A toda velocidad che Morales torna sulla scena musicale proprio nel 2007: registrato con l’orchestra Mambo of the Times, egli dimostra la grande versatilità di un cantante, capace di spaziare in vari generi, come salsa, mambo e bolero.

Orario inizio concerti: 21,30 circa
Ingresso 10 euro

Comunicato Stampa Diesis group

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here