MILANO LATIN FESTIVAL: ALEXANDER LA ESENCIA PUNTA ALL’ITALIA

0
220

Alexander La Esencia è un giovane cantante dominicano, che come molti suoi compatrioti, punta molto sul genere musicale che della Repubblica Dominicana é simbolo e orgoglio: la bachata!

Ancora poco conosciuto, ha aperto la serata dedicata alla bachata al Milano Latin Festival, esibendosi sul palco, accompagnato da Carlito e Kevin Franco e dalle loro ballerine,  prima di altri giovani talenti bachateri come Dustin Richie, Kewin Cosmos ed Esme.

Alexander, come hai cominciato a cantare?

Sono dominicano e i miei genitori sono di una provincia in cui sono nati i più grandi bachateri della Repubblica Dominicana e questo è stato senz’altro d’ispirazione per me, per diventare anch’io bachatero, anche se in realtà ho iniziato con un altro genere musicale, tipico del mio Paese, il merengue, entrando a far parte di un’orchestra di merengue molto famosa, quella di Kinito Mendez. Alla fine però sono finito a fare quello che mi piace di più, bachata. 

Vorresti continuare solo con questo genere o ti piacerebbe sperimentare anche qualcos’altro?  

La cosa che mi interessa davvero è essere riconosciuto per il mio talento. Vorrei che la gente mi paragonasse ai più grande bachateri e dicesse: “Però anche questo ragazzo è bravo quanto loro e ha un suo proprio talento!”.

Come nascono le tue canzoni? 

Sono molto romantico. Ho scritto la mia prima canzone a nove anni e da lì ho cominciato a studiare musica e tutto quello che mi sarebbe stato utile per cantare. I temi di cui scrivo di piùsono l’amore, l’innamorarsi e il disinnamorarsi. Credo che l’amarezza e la tristezza di un amore finito siano temi ricorrenti nella bachata e poi prendo spunto dai bachaterii più famosi del mio Paese. Loro mi spirano molto

Progetti in vista?

Tantissimi!  il più importante adesso sono qui ad esibirmi sul palco del Milano Latin Festival e per me è una soddisfazione enorme, ho appena finito di fare una canzone bellissima con il Grupo Extra (che si esibirà al Milano Latin Festival il 28 giugno – ndr)  che si intitola Me Duele e ho anche altri progetti con alcuni dj di qui di  Milano. In generale, spero nel mio futuro, di continuare a fare buona musica.

Ti piace l’Italia?

Mi piace talmente tanto che mi piacerebbe moltissimo trasferirmi qui!  E mi piacerebbe anche cantare bachata in italiano. E ovviamente mi piace il cibo! Ma quello che mi piace di più degli italiani è che loro escono per ballare, a differenza di molti Paresi dove la gente esce solo per bere o per ascoltare musica. Voi italiani invece uscite per ballare, per ‘gozar’ divertirvi, godervi una bella serata ballando.

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here