HAITI, UN TERREMOTO DEVASTANTE

Questo sito generalmente parla del mondo del sud America e in
particolare del mondo caraibico, parlando dei suoi suoni, colori, riti e
tradizioni di un vasto territorio. Purtroppo questa volta i suoni, che non
vorremo sentire, sono le grida di dolore di una popolazione; i colori, che non
vorremo vedere, sono quelli del sangue misto con i calcinacci delle abitazioni
venute giù per un terremoto devastante che ha colpito Haiti, portando con se
oltre 55 mila vittime, ma potrebbero essere ancora di più, e circa 3 mln tra
feriti e senzatetto tra adulti e bambini. Il Paese e’ "distrutto", e’ una
"catastrofe", e crediamo che "migliaia di persone" possano essere morte, ha
dichiarato il presidente di Haiti, Rene’ Preval, che ha parlato di "scene
inimmaginabili", poche ore dopo la scossa. Purtroppo questa è la realtà, dura,
anzi durissima. L’epicentro e’ stato localizzato a una ventina di chilometri da
Port-Au-Prince, sulla terraferma dell’isola, a una profondità di appena 10
chilometri. Nella capitale Port-au-Prince, il sisma di magnitudo 7,3 ha
distrutto l’edificio di cinque piani che ospita il quartier generale della
missione dell’Onu (Minustah) e ha gravemente danneggiato il palazzo
presidenziale e la cattedrale, rendendo la capitale in un cumulo di pietre.
Diversi gli atti di sciacallaggio, assaltati quasi tutti supermarket, in un
territorio già ad alta povertà. Tutto il mondo si sta mobilitando per questo
apocalittico terremoto, il più forte degli ultimi due secoli. La croce rossa
italiana è giunta sul posto con scorte di medicine e materiale sanitario e
medicinali di base per circa 1000 pazienti con malattie generiche. Diversi gli
italiani dispersi, al momento se ne contano un centinaio. Il presidente Usa ha
annunciato l’invio di militari, di una nave ospedale e di 100 milioni di dollari
di aiuti immediati ad Haiti, il più povero tra i Paesi del continente. Anche
l’Unione europea e altri Paesi hanno annunciato aiuti monetari. Il mondo della
musica e dello spettacoli in genere si sta organizzando per correre in soccorso
della popolazione come George Clooney che sta contattando i suoi amici per
organizzare una maratona televisiva di vip per raccogliere fondi per l’isola
caraibica devastata dal terremoto. Lo show, scrive Hollywood Report, andrà in
onda venerdì prossimo su Mtv . Wyclef Jean chiede ai cittadini americani di
"agire immediatamente e aiutare gli haitiani in tutte le maniere possibili",
mandando denaro a ‘Yele Haiti’ (www.yele.org), associazione da lui fondata nel
2005 per sostenere progetti educativi e di sviluppo nell’isola centramericana.
Brad Pitt e Angelina Jolie, che avevano visitato tempo fa l’isola, si sono detti
"sconcertati dalle notizie che arrivano da Haiti" e, in un comunicato, hanno
fatto sapere di aver già provveduto a mandare sull’isola aiuti in denaro per
dare conforto a "chi è rimasto vittima del terremoto, è ferito o ha perso la
casa". E ancora tantissimi altri stanno dando il loro aiuto. Anche noi possiamo
contribuire donando 2€ tramite sms alla Croce Rossa Italiana ”Pro Emergenza
Haiti” inviando un SMS dai numeri H3G e Wind al 48540. Mentre per i clienti Tim
e Vodafone, il numero è il 48541. Le numerazioni saranno attive fino al 27
gennaio. E’ possibile anche donare il proprio contributo attraverso il sito
www.agire.it (Agenzia italiana risposta alle emergenze).

Beppe Nebbia – beppe@salsa.it

Lascia un commento

SHARE
Previous articleEDWIN RIVERA
Next articleMas Romantico Que Nunca

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here