“Y” il nuovo lavoro della Spagnola Bebe

La chiamano
la
bicha”


e

se
ben ricordate ha travolto le radio italiane nell’estate 2004 con

Malo
(disco d’oro in Italia).

Cinque
anni dopo il suo disco di debutto “P’afuera Telarañas”, la spagnola Bebe ha
pubblicato il suo secondo album

intitolato semplicemente

“Y.”,
un album fresco e innovativo con un



linguaggio

davvero vivo, quello degli affetti.

Y.”
SIGNIFICA “E BASTA” (la traduzione letterale del titolo sarebbe “E PUNTO”)

Nel 2008, la Bebe se ne
è andata a Cádiz a concentrarse con tutte le pagine scritte, per selezionare il
materiale per Poi ha iniziato un intenso lavoro con il produttore Carlos Jean,
che aveva già prodotto il suo primo album. Hanno ricercato i suoni che fossero
naturali e connessi con la terra; tenendo presente il vento, il mare e la notte.

Poi, si è concentrata a
Madrid con i suoi musicisti nella sala prove che è diventata praticamente casa
sua. Guille, Javi, Omar, Johnny, Cata, Berni e Paquito, Bebe ha mantenuto quasi
lo stesso gruppo che aveva lasciato quando prese fiato. Loro, insieme al manager
Pito, e Puri sono le persone di riferimento di Bebe, come anche il fonico José
Luis Crespo.

Il risultato è
stato“Y.”,

un album “swinging gypsy jazz”

secondo
il giornale New York Times, nel quale troviamo malinconia, ma non tristezza,
riflessione, gioco e sesso.


Dodici brani


per un CD che appare più intimista e minimalista nella
ricerca del suono. Letteratura musicale di storie sincere e senza complessi in
una atmosfera intima. La voce “aflamencada” dell’artista accompagnata dalla sola
chitarra, cede il passo alla ritmica vagamente reggae che si contrappone ai suoi
testi taglienti.
La Bicha
ha spiegato che
"il
processo di creazione del nuovo album è stato lungo e meticoloso, una specie di
viaggio emozionale, mentale e fisico in solitudine totale… ogni canzone del
disco è uno stato d’animo di ciascuna delle fermate di questo progetto".


In questi cinque anni la “extremeña” ha indagato se stessa e
l’album si presenta come una risposta a questa sua introspezione.

A
solo una settimana dell’uscita,

Me
fui” il primo singolo


dell’album è già il NUMERO UNO nelle principali radio spagnole.


Senza
dubbi

“Y.”

si presenta come una proposta completamente diversa nel astringente panorama
musicale spagnolo.

Ana S.Grazia

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here