E’ scomparso un altro grande della salsa: Manny Oquendo

Scompare un altro grande personaggio che ha scritto pagine di storia della
salsa. Il suo nome è legato ad importanti orchestre tropicali che senza il suo
apporto sicuramnete non avrebbero avuto cosi tanto successo. Manny Oquendo,
percussionista, nato a Ponce a sud di Portorico , è deceduto la settimana scorsa
nella città di New York a causa di un malfunzionamento cardiaco. L’artista si è
spento durante una lunga operazione a causa di un’insufficienza coronarica.
Oquendo fu il fondatore del Conjunto Libre, l’orchestra newyorkese che ha
lanciato una miriade di artisti quali: Jimmy Bosch, Oscar Hernandez , Hermann
Oliveira. Oquendo ha dato una svolta al sound differenziandolo da quello che
imperversava nel periodo dove la salsa cosidetta ‘monga’ stava avendo successo.

Gli inizi di Oquendo risalgono agli anni 50 dove divideva il palcoscenico con
artisti già acclamati come Tito Puente e Johnny Pacheco.
Ma è nel 1954 che la sua stella cresce quando si unisce all’orchestra di Tito
Rodriguez. Il suo prestigio crebbe fino a portarlo Cuba due anni dopo per le sue
prime incisioni con un suo proprio Gruppo . Tornato in America dopo lo scoppio
della rivoluzione si unì con Vicentico Valdes e successivamente scrisse un’altra
pagina di storia degli anni 60 con Eddie Palmieri.
A Oquendo fu dedicato in passato il ‘ Dia nacional De La Salsa di Puertorico’
insieme a Larry Harlow e Rafy Viera

Fabrizio Zoro – fabrizio@salsa.it

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here