Willy Chirino: Venerdi 17 Agosto in concerto a Milano

Willy Chirino: la musica e l’impegno civile di un grande cantautore cubano
Il Festival LatinoAmericando ospita un artista da anni sensibile interprete
della voce del suo popolo. Arrangiatore, compositore, cantante e produttore, con
i suoi numerosi premi e dischi di successo, il cubano Willy Chirino è uno dei
più importanti esponenti della musica d’autore dell’isola caraibica. Il suo
stile unico e inconfondibile, salsa romantica, ha influenzato l’evoluzione della
musica latinoamericana.

Quella di venerdì 17 agosto al Festival LatinoAmericando è una data da non
perdere per poter conoscere uno dei pochi artisti che, con il proprio stile e
con trent’anni di solida carriera musicale, ha contribuito allo sviluppo della
cultura del suo paese e si è preso a cuore le sorti degli esuli cubani
all’estero. Le canzoni di Willy Chirino, i cui testi spaziano dall’amore al
racconto delle vicende del suo popolo, sono diventate dei classici e sono state
suonate in giro per il mondo da artisti come i Gypsy Kings, Raphael, Vikky Carr,
Dyango, Ricardo Montaner, Celia Cruz e Oscar D’León.

Willy Chirino nasce nel piccolo paese cubano di Consolación del Sur, dove passa
i suoi primi anni in un ambiente familiare intessuto di valori e tradizioni.
Assimilando la passione per la musica dalla animata vita di quartiere, dove si
improvvisano ritmi e melodie con gli strumenti più inconsueti, i suoi gusti non
si limitano al genere folklorico ma spaziano dal jazz di Glenn Miller e di Louis
Armstrong al rock di Little Richard e di Elvis Presley, fino ai Beatles.

A 14 anni lascia l’isola natia e si trasferisce a Miami con l’operazione Pedro
Pan. Il suo primo gruppo è The Whailers, composto con altri giovani che
frequentavano la sua stessa scuola, ma già a 16 anni Chirino è a New York
suonando con musicisti come Julio Gutierrez e Tito Puente e perfezionando il suo
stile.

Dal primo disco in poi le sue registrazioni ottengono sempre un grande successo:
a parte hit come Maria Magdalena, Colgando de un Hilito, Zarabanda, Un Artista
Famoso e Tipo Tipico, una canzone come Soy ha avuto una rilevanza notevole a
livello internazionale, cantata da decine di artisti nel mondo intero, in più di
cinque lingue. Storiche le sue interpretazioni, come in Canto a La Habana, con
Celia Cruz.

Willy Chirino è figura importante all’interno del panorama musicale
latinoamericano non solo come artista ma anche come produttore: nel 2001 ha
inaugurato un’etichetta discografica, la Latinum Music Inc., con cui registra
non solo i propri dischi, ma anche quelli di celebri personaggi come Celia Cruz,
Oscar de Leon, Rafael, Rugiada Giurata, Jorge Muñíz, e altri.

Nel corso della sua carriera Chirino ha ottenuto vari riconoscimenti: oltre a
essere stato re del Carnevale di Miami e ad aver dato il nome a una strada di
Miami, la "Willy Chirino Way", nel corso della sua carriera ha ottenuto dischi
d’oro e di platino, il Grammy Award nel 2006, ma anche nomine, premi e
riconoscimenti per il suo impegno sociale e civile. Tra questi, la Legión de
Honor del governo degli Stati Uniti per aver salvato i passeggeri di un’auto
finita in un fiume, il FACE Award, un riconoscimento dell’UNICEF e dell’Hispanic
Heritage Award assegnato dal Dipartimento di Stato del Governo degli U.S.A., e
una Laurea Honoris Causa della università di St. Tomas.

Il disco Son del Alma del 2004 ha vinto il prestigioso Grammy Award, mentre nel
2006 il cantante ha prodotto l’album che celebra il 35° anno della usa carriera
musicale, En vivo, cui hanno partecipato celebrità come Arturo Sandoval, Israel
Cachao Lopez e Oscar d’Leon. Del 2007 è l’ultimo lavoro, Amarraditos, un album
di canzoni d’amore composto con la moglie Lissette Alvarez, famosa compositrice
e cantante cubana.

La vita di Chirino è però suddivisa tra la passione per la musica e l’impegno
civile: nel 1994, per cercare di dare maggiori possibilità ai nuovi artisti che
giungevano negli Stati Uniti, il cantante creò una fondazione che porta il suo
nome. Le sue finalità cambiarono quando vi furono nuovi gruppi di esuli cubani:
con la sua fondazione Chirino ha voluto quindi assumersi un ruolo di assoluta
rilevanza all’interno del fenomeno della diaspora cubana creando vari rami per
dare l’opportunità alle famiglie di iniziare una nuova vita senza doversi
sentire completamente emarginati.

Orario inizio concerto: ore 21,30 circa.
Ingresso 15 euro.

Comunicato Stampa Diesis Group

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here