Salsa World Festival 2007 – Un evento internazionale dedicato al mondo latinoamericano

Salsa World Festival
a Roma dal 22 al 25 marzo 2007
un evento internazionale dedicato al mondo latinoamericano

Partirà giovedì 22 marzo e si concluderà domenica 25 marzo la nuova
edizione del Salsa World Festival di Roma, l’evento internazionale ideato
dal direttore artistico e coreografo Lazaro Martin Diaz Armentero, che
richiama a Roma i migliori artisti del mondo
, uniti in una quattro giorni
di esibizioni, saggi, spettacoli speciali, conferenze, dibattiti, cortometraggi,
cene etniche.

La manifestazione, che ha ottenuto il patrocinio della Regione Lazio, della
Provincia e del Comune di Roma, quest’anno si terrà nella sede prestigiosa
dell’Ippodromo di Capanelle (via Appia 00178 Roma)
, nel X municipio che
ospitando Cinecittà da sempre è abituato ai grandi eventi. Testimonial
dell’evento sarà Denny Mendez.

Quando si dice salsa si pensa subito alla riscoperta che in Italia, come nel
resto del mondo, stanno avendo i balli latino americani. Si pensa a settori
commerciali importanti come quelli del turismo e dell’intrattenimento. Ed è vero
la salsa è questo. Ma non solo questo. La salsa è molto di più: una via
coinvolgente e divertente per avvicinarsi a una cultura diversa dalla nostra, e
per molti aspetti simile, per scoprirne le radici, gli aspetti popolari e
folklorici e accendere un dialogo, uno scambio reale.

Non è un caso quindi che anno dopo anno la manifestazione sia cresciuta in
modo esponenziale richiamando nell’ultima edizione quarantamila persone
provenienti dall’Italia e dal mondo e facendone attendere cinquantamila per il
2007
.

“Arte y Pasiòn” questi sono i segreti di tanto successo, insieme al lavoro di
un’organizzazione leader nel settore come la Lazaro Martin Diaz Productions,
alla scelta di location di prestigio, a una cura estrema dell’immagine, a un
piano di comunicazione e a un battage pubblicitario che assicura la massima
visibilità all’evento.

Chi dice Salsa, dice Salsa World Festival.

Il programma
Spettacoli, concerti, stage, corsi ed eventi culturali

Ossatura del Salsa World Festival è sicuramente il cast artistico: maestri e
ballerini di provata fama internazionale, capaci di offrire un ampio panorama
della salsa e delle sue correnti stilistiche.
Nelle quattro giornate si alterneranno sul palco spettacoli e coreografie
che hanno fatto il giro del mondo “ambasciatori artistici” di Paesi diversi come
Cuba, Brasile, Portorico, Venezuela, Perù, Colombia.
Gli stages (una sessantina) inizieranno direttamente da venerdì pomeriggio e si
concluderanno domenica pomeriggio, con un programma che prevede lezioni di salsa
nei vari stili, rueda de casino, son, chachacha, rumba, afro, bomba, plena,
latin jazz, hip hop latino e hip hop. Inoltre sarà possibile partecipare a corsi
specifici di espressività e gestualità corporea sia per uomini che per donne.
Come ogni anno non mancherà una grande protagonista : la musica dal vivo
con orchestre latino americane, che verranno corredate dalla performance dei più
famosi dj operanti in Italia e nel mondo.
A grande richiesta sarà riproposto il Campionato del Mondo di Salsa,
aperto a tutte le categorie. Le prime sei coppie classificate si esibiranno, una
ad una, nella giornata di domenica, davanti a una giuria formata dai migliori
ballerini del mondo.
Parallelamente, sempre di domenica, si terrà il Concorso Internazionale di
Coreografia Caraibica. Sarà una vetrina importante per tutti quei gruppi, in
particolare italiani, che desiderassero mostrare su un palcoscenico così
prestigioso il loro talento e la loro creatività.
In più proiezione di film storici sulla salsa, mostre fotografiche, conferenze,
dibattiti e laboratori ritmici.

Il cast artistico
Libertà senza frontiere di espressione

Il SalsaWorldFestival è un evento creato per offrire agli operatori del settore
e al grande pubblico la possibilità di conoscere la salsa attraverso i
protagonisti della musica latina, che si esibiranno in stages di danza, concerti
di orchestre di fama mondiale e spettacoli di folklore.
L’idea di “libertà senza frontiere di espressione” si trasmette attraverso un
ritmo travolgente e pieno di vita, simbolo di gioia e di multi- etnicità, e
diventa il collante di un cast artistico rappresentato da ben 60 gruppi tra i
più importanti del mondo
.
Basta scorrere alcuni nomi per avere subito il polso della situazione: da Cuba
Conjunto Folklorico National, Cuba Rumba All Star, Seo Fernandez y Latin
Black, Clave Negra di Alberto Valdez, dal Portorico Felipe Polanco y Tania
Santiago, Tito Ortos y Tamara, Jaison Molina y su Rompecabeza, Jorge Santana y
Danzarines de Papà Tambor, da Los Angeles Jhonny Vazquez Y Su Imperio Azteca,
Francisco Vazquez y Los Rumberos – Los Rumberos, Luis Vazquez – Mas Salsa Brava,
da New York Jhesus Aponte y Candy Mena, Franklin Diaz y Nelida Tirado, Nelson
Flores y Maribel Maldonado, Seaon Stylist y Amanda Estilo, Juan Matos y su
Fogaratè Dance Project, dalla Colombia, dal Venezuela e dal Brasile Son
Colombianos, Imajen Latina, Alex Lima e infine dall’Italia Tropical Gem, Sosa
Style Dancers, Fabio e Stefania Latin Group, Enzo Conte y Jala Jala Style
Dancers, Swinguys
.
E questo è solo un assaggio, la lista completa su
www.salsaworldfestival.com .

Il pubblico
previsti per il 2007 50.000 visitatori


Nell’ultima edizione del marzo 2006, tenutasi alla Fiera di Roma, il
SalsaWorldFestival ha richiamato ben 40.000 visitatori in quattro giorni,
provenienti per il 20% da tutta Italia e dall’estero.
In base alle iscrizioni già pervenute, la previsione di presenze per la quinta
edizione è sicuramente superiore almeno del 15%.
Il pubblico del SalsaWorldFestival è rappresentato da un pubblico in prevalenza
giovane (20 – 50anni) ma non manca una numerosa rappresentanza di ultra
cinquantenni.
Si tratta di visitatori amanti del ballo, della cultura, dello spettacolo, dello
sport sensibili alla moda, alla forma fisica, con un’attenzione particolare per
gli accessori e gli status symbol.
Da sottolineare la presenza del “settore junior” con stage ed eventi dedicati ai
bambini e ai giovani, che richiama un’altra tipologia di pubblico come le scuole
e le famiglie.
Un’affluenza così importante è frutto, oltre che del valore artistico della
manifestazione, di una campagna di comunicazione che potenzia il piano dei mezzi
con una rete di relazioni e partnership strategiche con tutto il mondo che ruota
attorno al latino americano come, ad esempio, tour operator, ristorazione,
discografia specializzata.

L’ideatore
Breve curriculum di Lazaro Martin Diaz Armentero

Non è facile sintetizzare le tappe di una carriera così ricca e prestigiosa come
quella di Lazaro Martin Diaz, vero e proprio leader nel settore della salsa e
della danza latino americana.
Qui di seguito ne ricordiamo solo alcune rimandando per ulteriori
approfondimenti al sito dell’artista
www.lazaromartindiaz.com
. o
alla brochure a lui dedicata, che potete richiederci scrivendo a
info@lazaromartindiaz.com
.

• Professore di danze latino-americane e di folklore cubano presso le principali
scuole di ballo di Roma (Health Fitness Center dell’Hotel Cavalieri Hilton di
Roma – Guateque – Agorà – Garden – Villa Aurelia – Centro Studi Danza – Europa
Ballet – Mallia Club – Zanussi – Forum – Latin Music Dance- Eur Gym Center);
• Fondatore e coreografo del Corpo di Ballo "AZUCAR NEGRA" con il quale realizza
numerosi spettacoli presso i più noti locali e teatri di Roma e d’Italia. Con lo
stesso corpo di ballo si è esibito in programmi televisivi trasmessi da
emittenti private e dalle reti R.A.I. e Mediaset ( Domenica In – Uno Mattina –
Gelato al Limone – Più sani e più belli – Telethon – In Famiglia – Cronaca in
Diretta – Ceck Up.- Buona Domenica – Alle Falde del Kilimangiaro etc…);
• Maestro diplomato A.N.M.B. (Associazione nazionale maestri di ballo) .
Si è esibito con importanti artisti internazionali quali: – Oscar d’Leòn (05/97
– 07/97 – 08/98 – 08/99 – 08/2000 – 08/2001) – Celia Cruz (07/97, 08/99 –
08/2000 – 08/2001) – Josè Alberto el Canario (07/97- 08/99 – 08/2000) – Los Van
Van (07/97 – 08-98 – 08-99) – Tito Puente (’94) – Iraquere (’94) – Ismael
Miranda (’94) – Adalberto Alvares (’95- ’96) – Manolin El medico della Salsa
(’95 – ’96 – ’98) – La Charanga Habanera (08/97, 08/98) Africando (12/99) –
Monolito Simonet y su Trabuco (08/2001 – 01/2002) .
• Scritturato da R.A.I. INTERNATIONAL per la trasmissione "Giostra di Fine
Anno”;
• Scritturato da Renzo Arbore per l’ideazione e l’esecuzione della sigla del
programma televisivo "Cocco di mamma".
Tra i numerosi riconoscimenti ottenuti: I Premio al Carnevale Habanero di
Comparsa Tradicional; I Premio al Concorso Nazionale di Balli di sala "Salsa"
indetto dall’I.C.R. (Istituto Cubano Radiotelevisione) per due anni consecutivi;
I Premio al Concorso Nazionale "La Ciudad baila" indetto dall’I.C.R; Diploma di
Riconoscimento Artistico come Direttore artistico e coreografo nel Gala di
chiusura del Congresso dell’Associazione Latinoamericana d’affari Afroasiatici.

Ufficio stampa
Chiara Bolognini – Max&Claire
cell. +39 3333616303 –
chiarabolognini@maxandclaire.it

per accreditarsi inviare una mail con nome, cognome, testata di appartenenza a
info@maxandclaire.it

Comunicato Stampa

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here