PIONEER CDJ-1000

CDJ-1000
anticipa la nuova generazione di tecnologia
creativa per DJ DESCRIZIONE TECNICA Sistema Sistema audio digitale per Compact
Disc Tipo di dischi 12 cm Formato dei dischi CD, CD-R e CD-RW Alimentazione
220-240 V, 50/60 Hz (EUROPA) 120 V, 60 Hz (USA) 110-120 V/220-240 V, 50/60 Hz (ASIA
ecc.) 100 V, 50/60 Hz (GIAPPONE) Consumo 31 W (EUROPA/ASIA) 33 W (USA) 28 W (GIAPPONE)
Peso netto 4,2 kg Dimensioni 320 (L) * 370 (P) * 105 (A) mm AUDIO Risposta in
frequenza da 4 Hz a 20Hz Rapporto segnale/rumore 115 dB o superiore (EIAJ)
Distorsione 0,006 % (EIAJ).

PRINCIPALI CARATTERISTICHE
DEL CDJ-1000
La manopola Jog più grande del mondo, con display integrale Reale emulazione
del vinile: funzioni Scratch, Cue, Brake e Release Possibilità di scelta tra
modalità "Vinyl" e CDJ Memoria interna o rimovibile per memorizzare informazioni
di cue, loop, wave e CD Instant Reverse Regolazione inizio e fine del Seamless
Loop Hot Cue (3 punti di cue per CD su qualsiasi brano) Cursore Linear Tempo con
tasto Tempo Reset Regolazione del tempo +/- 6, 10, 16 ed ora anche 24% Memoria
Shock Proof di 16 secondi · Contatore BPM Tecnologia Pioneer anti-vibrazioni per
trasporto CD Tecnologia Wide Range Pioneer: la conversione Legato Link rende il
suono dei CD più simile a quello analogico. Protezione CD Ejection Uscita
digitale

DESCRIZIONE
Pioneer Corporation, leader mondiale nel settore della tecnologia per DJ, è
più che mai decisa rivoluzionare sia l’arte sia le tecniche del mixing con
l’introduzione del CDJ-1000. Improntato sullo schema vincente della linea
CDJ, che ha fortemente segnato il passaggio da vinile a CD, il CDJ-1000,
dalla progettazione futuristica, compie un deciso passo in avanti nella
tecnologia applicata a apparecchiature per uso professionale Pioneer e si
presenta come un vero precursore di un nuovo modo di fare i DJ, spingendo le
capacità tecniche e artistiche dei professionisti dell’intrattenimento verso una
nuova, inesplorata dimensione. Il CDJ-1000 è uno strumento ricco di
funzioni, dalla progettazione profondamente radicata nella tecnologia digitale e
in grado di emulare con fedeltà ed accuratezza gli effetti che i DJ ottengono
dal vinile. Il CDJ-1000 può passare istantaneamente dalla modalità CDJ
alla nuova modalità Pioneer "Vinyl" (brevetto depositato). Tecnicamente, il
passaggio da una funzione all’altra avviene grazie alla manopola Jog da 20,6 cm,
estremamente sensibile, che domina l’estetica del prodotto. Questa manopola
consente mixing in diretta e sonorità tipiche dello stile "vinile",
back-spinning e scratching, oltre ad un cueing accurato che fa ricorso alle
tecniche tradizionali … il tutto enfatizzato digitalmente, in modo da offrire
una dinamica ed un’articolazione sonore più ampie di quelle raggiungibili con i
tradizionali apparecchi analogici. Un’altra funzione tipica del vinile che è
stata "tradotta" in digitale è il WAVE Display (display a onde) (brevetto
depositato). Sul pannello del display viene visualizzato un grafico
dell’andamento sonoro di ciascun brano, in cui i picchi degli alti e dei bassi
vengono messi in evidenza per garantire un cueing accurato. E’ proprio la
precisione la caratteristica principale del CDJ-1000. Pioneer, infatti,
ha creato una base da cui il DJ può dare libero sfogo alla propria creatività,
limitata unicamente dalla sua immaginazione, offrendogli una gamma
impressionante di funzioni che possono essere regolate con precisione assoluta.
Un’altra conquista di Pioneer è la funzione Memory, che permette al DJ di
programmare ed in seguito memorizzare punti di cue e di loop dai brani di un CD,
per creare le combinazioni perfette prima dell’esibizione in diretta. La
memorizzazione può avvenire nel sistema di memoria interno o su Schede
Multimediali (MMC) a capacità variabili, (una scheda multimediale da 32 mb è in
grado di contenere 100 punti di cue/loop per CD per un massimo di 10.000 dischi
– oltre a tutti i dati WAVE), vendute separatamente. Un’altra delle tante
innovazioni proposte dal CDJ-1000 è il Real Time Seamless Loop, che
consente ai DJ di regolare il punto di inizio e di fine di un loop memorizzato,
che aggiunge al campionatore di loop il tocco di professionalità che deriva
dalla precisione tecnica. Altre funzioni che rendono più creativo l’uso del CDJ
sono i tre tasti Hot Cue, che servono a memorizzare e poi richiamare
istantaneamente, in qualsiasi momento del mix, punti di cueing in brani di CD
diversi. Questa funzione può svolgere anche il compito di campionatore. Un’altra
importante caratteristica è costituita dalla funzione Instant Reverse, attivata
dal semplice spostamento di un selettore, senza perdita del tempo o del pitch.
Il CDJ-1000 invita il DJ a sperimentare una fusione tra vinile e CD, per
creare un prodotto digitale davvero unico destinato ad aprire un nuovo capitolo
nel mondo dei DJ professionisti. Ma attenzione: la potenza creativa del
CDJ-1000
è in grado di travolgervi!

ULTERIORI INFORMAZIONI
Scheda Multimediale (MMC: MultiMedia Card) Lo standard MMC è stato definito
da SanDisk Corporation in collaborazione con Siemens AG/Infineon Technologies AG
ed è stato presentato nel novembre 1997. Le Schede Multimediali pesano meno di
due grammi e, essendo grandi circa quanto un francobollo, rappresentano la più
piccola soluzione (24 mm x 32 mm x 1,4 mm) per memorie removibili allo stato
solido per applicazioni mobili, ad esempio lettori musicali MP3, console di
videogiochi portatili, computer portatili, personal digital assistant (PDA),
telefoni cellulari e telecamere digitali. Questi "trasportatori" di dati
standard sono pratici, affidabili, potenti e leggeri, in grado di memorizzare
fino a 64 Mb, quanto basta per 64 minuti di musica digitale MP3, oppure per
circa 40.000 pagine di un libro. Le Schede Multimediali utilizzano la tecnologia
ROM per applicazioni read-only e quella Flash per applicazioni read/write. Sono
veloci e garantiscono eccellenti prestazioni; presentano bassi consumi
energetici in utilizzo con apparecchiature portatili ed offrono un ottimo
rapporto qualità/ prezzo che ne consente l’utilizzo anche in sistemi a prezzi
contenuti. Il semplice circuito stampato, presenta un’interfaccia seriale a
sette pad (pin). Facile da installare, si integra facilmente in dispositivi di
tipo diverso, a prescindere dal microprocessore utilizzato. Le Scheda
Multimediali hanno usi molteplici e sono impiegate in alcuni dei più
entusiasmanti prodotti attualmente disponibili sul mercato.

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here