JAZZ AFROCUBANO PARLATO E SUONATO. E ALTRI BIG DEL JAZZ

Nel numero di MUSICA JAZZ di novembre 2009, in edicola da pochi giorni, alla musica di Cuba è riservato il posto d’onore. Una copertina e due sostanziose interviste a musicisti del paese caraibico. Chi segue la stampa specializzata sa che questa è una cosa abbastanza rara nel panorama editoriale italiano e quindi riteniamo che tale scelta sia un ulteriore riconoscimento della testata diretta da Filippo Bianchi al valore degli artisti dell’Isla Grande, e che i lettori di questo portale e tutti gli appassionati di sound afrolatino apprezzeranno con grande favore.
Si parte subito alla grande: con la copertina dedicata a Gonzalo Rubalcaba (Lo spirito libero dei Caraibi) e poi incontriamo le interviste a due grandi virtuosi musicisti avaneri, oramai considerati dalla critica internazionale come due dei migliori rappresentanti del pianismo caraibico e in ottima posizione anche nell’olimpo del jazz mondiale. Stiamo parlando, appunto, del già citato quarantaseienne Gonzalo Rubalcaba e del trentaquattrenne Roberto Fonseca.

Riportiamo di seguito il titolo e il sommario delle due interviste a Rubalcaba e Fonseca, realizzate rispettivamente dall’estensore di queste brevi note e da Giuseppe Segala, pubblicate nelle sezioni Focus e Ritratti del più autorevole e longevo mensile italiano dedicato alla musiche afroamericane:
Sempre oltre i codici della musica. GONZALO RUBALCABA.Il pianista cubano continua a muoversi a dispetto delle convenzioni, anche se, paradossalmente, il suo spirito libero e moderato non piace ai fidelisti ma neppure agli anticastristi di Miami




ROBERTO FONSECA e il segreto della semplicità. Il pianista cubano rintraccia le radici che lo hanno fatto crescere , dal primo e non del tutto trascorso amore per la batteria fino all’odierno successo. E tra gli elementi da ricordare c’è, naturalmente, l’Africa.
A proposito di Fonseca: il 12 novembre suonerà con il suo quintetto alla 33ma edizione del Roma Jazz Festival (Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica, Roma) e presenterà il nuovo album Akokan (Enja 2009, distr. Egea).

Approfittiamo dell’occasione per ricordarvi che a suon di ottimo jazz (ma senza ingredienti latini) si apre stasera, 6 novembre, con l’attesissimo concerto della cantante statunitense Rachelle Ferrell al Teatro delle Celebrazioni, la quarta edizione del Bologna Jazz Festival (6-14 novembre), realizzato dall’Associazione Bologna in Musica con il sostegno della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna e di numerosi partner.
Un programma prestigioso, articolato e ricchissimo di eventi collaterali. Gli artisti, che suoneranno sotto le Due Torri (si fa per dire) e dintorni, sono di primissimo piano nel panorama musicale internazionale. A parte la già citata Ferrell i nomi di maggior richiamo sono quelli dell’eccellente pianista Brad Mehldau (13 novembre) e del geniale sassofonista Wayne Shorter (14 novembre). Degno di menzione, a mio modesto avviso, il doppio concerto sul Main Stage (sabato 7, Teatro delle Celebrazioni) che si apre con il quintetto del vulcanico trombettista Dave Douglas e prosegue con il trio del pianista Franck Avitabile con ospite Flavio Boltro, uno dei migliori trombettisti a livello europeo. Che abbiamo avuto il piacere di applaudire a Ravenna il 31 ottobre nella magistrale performance del quintetto di Roberto Gatto, concerto conclusivo del bellissimo festival Ravenna Jazz 2009, diretto ancora una volta con grande competenza da Sandra Costantini con la collaborazione dell’ufficio stampa di Roberto Valentino.

Per saperne di più sulla rassegna jazzistica felsinea:
www.festivaljazzbologna.it.
Alla prossima.

Foto: di G.F. Grilli, quelle di Rubalcaba, Boltro e Gatto. Le altre, cortesia di Egea distr. e dell’organizzazione Bologna Jazz Festival.
1- Gonzalo Rubalcaba, intervista, Ravenna Jazz 2008
2- Gonzalo Rubalcaba, Teatro Alighieri, Ravenna Jazz 2008
3- Fonseca – cd Akokan
4- Roberto Fonseca, Studi Egrem dell’Avana (cortesia Egea)
5- Rachelle Ferrell (cortesia, org. Bologna Jazz Festival)
6- Wayne Shorter (cortesia, org. Bologna Jazz Festival)
7- Flavio Boltro, Ravenna Jazz 2009
8- Roberto Gatto, Ravenna Jazz 2009
9- Dave Douglas (cortesia, org. Bologna Jazz Festival)
foto copertina Musica Jazz: Roberto Cifarelli.

Gian Franco Grilli

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here