Chavez chiude Tv Caracas, contraria al suo governo. Era in onda da 53 anni

Radio Caracas Tv, l’emittente
storica del Venezuela, la Rai del Venezuela, in onda dal 1954, spegne le sue
frequenze per mancato rinnovo della licenza perchè in opposizione al regime
dell’attuale presidente ex golpista Venezuelano Chavez.

Presidente eletto con il 62,87%
dei consensi da un popolo stanco dei furti, abusi e inefficienza dei
democratici, che vedeva in lui la salvezza.

A quanto pare, cosi non è!
Perché Chavez ha trasformato le sue promesse in terrore per chi è contro di lui.
E questo è il caso di Rctv costretta a chiudere perché una Tv in opposizione
all’attuale presidente, e  Chavez non accetta critiche e RCTV non lo aveva mai
elogiato, anzi il giorno del suo insediamento trasmetteva cartoni animati.

Tutto ciò non è stato visto di
buon occhio dal presidente socialista Chavez, che in men che non si dica ha
punito chi non si è inchinato al suo potere, mettendogli il bavaglio.

Tra i presunti capi d’accusa
mossi a RCTV vi sono:

 

Violazione
della legge di responsabilità civile dei media (che limita pornografia e
violenza)

Appoggio nel
2002 del golpe militare di Pedro Carmona che aveva
spodestato Chavez  mandando per primi in onda il giuramento di Carmona

Campagna
persistente e mirata al rovesciamento violento del governo

Finanziamenti
da paese straniero e precisamente dalla CIA

 

Tutti questi capi d’accusa non
sono stati mai avvalorati dal presidente Chavez che, nonostante ciò e ancor
prima che il Tribunale potesse esprimersi sul ricorso presentato dai vertici
dell’emittenza, l’11 maggio scorso con decreto, (vorrei ricordare che Chavez può
legiferare per due anni per decreto, destituendo di fatto il Parlamento) ha
ufficializzato il passaggio delle frequenze a  Televisora Venezuelana Social (TEVES),
televisione più accondiscendente al governo e finanziata interamente con denaro
pubblico.

Inevitabili le contestazioni con
tafferugli e disordini che per alcuni giorni hanno messo a fuoco Caracas, ma
nessuna TV Venezuelana dava spazio a quanto accadesse fuori, ignorando il tutto
e trasmettendo la normale programmazione, mettendo cosi il bavaglio psicologico
a tutti e non solo a RcTv.

Chavez con le sue "trovate" sta
abituando il suo popolo a tutto, dopo la chiusura della storica TV, dopo aver
spostato in avanti di mezz’ora le lancette dell’orologio, ora il presidente
venezuelano Hugo Chavez vuole cambiare anche il nome della capitale. Caracas
diventerà "Cuna de Bolivar y Reina del Guaraira Repano", vale a dire "Culla di
Bolivar e Regina del Mare fatto Terra.

 

Mi chiedo e ci chiediamo: “Se
cambiasse lui”!!!??!?!

 

Noi siamo vicini a tutti i
giornalisti, operatori, tecnici e artisti di questa grande tv venezuelana.

Beppe Nebbia – beppe@salsa.it

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here