Salsa Dura Pa´ los Pies

Dal Costa Rica, prodotto dal pianista e flautista Walter Flores che ha composto anche tutti i brani originali dell’ album, salsa dura per ballare…. una tipologia di salsa che molto ricorda quella del migliore Rubén Blades ( nelle registrazioni con Willie Colon ) . L’arrangiamento per soli tromboni e il timbro vocale della voce di Alfredo Poveda evidenziano quanto sopra detto. Il cd consta di undici tracks ( piu’ la riproposizione di una traccia ) per complessivi 41’ e si apre con ‘Jugaste con mi destino’ salsa che ci riporta appunto a Bladés ma pure a quella nuova salsa dura proposta dai Colombiani di ‘Casa Buenavista’ . ‘Pà los pies’ , ‘ Mi doña’, ‘ Variacion n’28’ e ‘ Que te vaja bien’ sono gli unici brani a distaccarsi dal genere salsa. Il primo lo si potrebbe definire un ‘vallenato’ con uso dell’ elettronica, il secondo e’ un bolero-cha , il terzo un breve gioco musicale su una delle ‘Variazioni’ di Johann Sebastian Bach, l’ ultimo di questi e’ una chacha . L’album contiene anche il successo di Rubén Blades ‘Juan Gonzalez’ qui ri-arrangiato da Walter Flores senza snaturarne l’ originale identita’. Pregnante – a meta’ brano – l’ inserzione del timbal di Panguii Mora che trasformano in descarga il brano . Complessivamente interessante produzione che di Blades ricalca non solo il sound ma anche l’impegno sociale: ne e’ testimonianza ‘Nuestra Indiferencia’ che tratta appunto il tema della solitudine e del menefreghismo che caratterizza questo nostro tempo. Ballabile e proponibile in quasi tutte le tracks, il cd e’ disponibile e preascoltabile su www.cdbaby.com

Roberto Rabbi

Lascia un commento

SHARE
Previous articleSoy La Voz
Next articleEl Cantante

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here