Un, Dos, Tres Soneros

Scrive il Maestro Luis Frank ‘El Macry’ vocalista e produttore esecutivo dell’album edito dalla tedesca Termidor.de ‘’ Il fenomeno della musica Cubana è in auge da molti anni. Erroneamente questa nostra musica viene chiamata salsa.La musica di Cuba si divide in changui, bolero, chachacha, mambo, rumba, timba e danzon. ‘Los Soneros De Verdad’ maestri della musica Cubana escono con un nuovo disco per tutti coloro che amano la nostra musica, il nome che gli si da non ha alcuna importanza, è un omaggio a tutti i maestri della musica Cubana scomparsi ed ai nuovi maestri del Son.
L’album della durata di 70’, è composto da 14 tracce che spaziano nei generi citati dal Maestro ( salvo la timba). A El Macry si affianca come vocalista (e compositore) Mayito Rivera ( VanVan…chi non lo conosce?) sicuramente tra le voci più belle e complete sfornate dall’ isola.Il conjunto che li accompagna è formato da basso, chitarra, percussioni, tromba ( 1,era y 2.era), tres. Come vocalista ‘special guest’ troviamo Olvido Ruiz alla traccia 1.

Tra le tracce vorrei sottolineare- partendo dal son iniziale ‘ Perfecta Combinacion’. ‘ Un,dos, tres Soneros’ che potrebbe ben essere utilizzato anche come brano didattico per i primi passi di ballo, il son forse piu’ vicino a ciò che si definisce salsa moderna ‘ Son y Rumba’ nonché sempre parlando di son moderno ‘ Jabali’ dove troviamo un bell’assolo del tresero Sergio Cardona Veranes.
Nell’ album , come detto, troviamo anche bolero, bolero- cha, danzon-son, son- cha . Non manca uno standard straconosciuto ‘ El guararey de pastora’composto da Pedro Speek e cantato da Mayito, questo pezzo è stato interpretato in passato da gruppi celebri come VanVan o Sierra Maestra.

Una splendida produzione dunque per gli amanti del son e non solo, perfettamente registrata in Germania e corredata da un booklet molto completo.
Potete trovare la ‘Seconda generazione dei Buena Vista’ con info e tour 2013 su
http://sonerosdeverdad.com/termine?lang=it e www.facebook.com/sonerosdeverdad

Roberto Rabbi

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here