Pupy Y Los Que Son Son – Tranquilo Que Yo Controlo

Questa produzione ha avuto una difficile gestazione. Programmato in uscita per meta Maggio , l’ evento e’ slittato ai primi di Settembre – mentre sin dai primi di Giugno giravano nell’ ambiente latino copie piratate – pero’ – a causa del tifone che ha imperversato su Cuba e poi su Miami – l’ arrivo in Europa e’ slittato al 10 di questo mese.
E’ una produzione che propone il sound ‘classico’ di Pupy anche se meno ‘ostico’ rispetto a cd precedenti. Dei 13 brani contenuti ( piu’ un breve Rmx finale ) sottolineo: ‘A la Italiana’ il pezzo che strizza piu’ l’occhio alla pista e agli italici ballerini ; ‘ Un poquito a reves’, ‘ Olvidala’ , ‘La Machucadera’, ‘El Berniz’ – il piu’ ‘classico’ tra i brani dell’ album, ‘ Calla Calla’ – dal ritmo indiavolato – e’ tra i brani quello che a mio parere – ma gia’ naturalmente ho preso atto che anche per questo album ogni dj ‘punta’ su brani differenti – dovrebbe essere quello di maggior successo in Discoteca. Nota a parte merita il Danzon/Cha ‘ Cuando los años pasan’ che tra richiami a Beethoven e alla colonna sonora di ‘Casablanca’ mette in luce il grande virtuosismo pianistico di Pupy; cosi’ come il Montuno ‘ Vecina prestame el cubo’ dove si ammira la voce di Omara Portuondo e il Tres di Cotò: due brani che soddisferanno l’ ascolto piu’ del ballo. Edito da ‘EGREM’ , album di grande caratura…..
Ciao!Ciao! Andando……..

Roberto Rabbi

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here