Aca Seca Trio: musiche argentine nel Belpaese

Sarà casuale, non lo so, ma il numero 3 sembra aver scandito finora la vita artistica del gruppo argentino formato da tre talentuosi artisti: Juan Quintero, Andrés Beeuwsaert e Mariano Cantero. Nel 2003 esordirono con l’album eponimo Aca Seca Trio; nel 2006 pubblicarono il secondo cd, Avenido, e a distanza di altri tre anni arriva il nuovissimo progetto discografico che presenteranno in questi giorni al pubblico italiano: La musica y la palabra (Egea, 2009).
Aca Seca Trio debutterà per la prima volta nel Belpaese il 3 aprile 2009 con un concerto al Folk Club di Torino, a cui seguiranno altre sette date in diverse città italiane. Ad esempio, domenica 5 aprile si esibiranno al Bravo Caffé di Bologna, dove andremo per assistere al concerto e per fare una chiacchierata con i tre strumentisti-cantanti di questa formazione, che rappresenta la rivelazione della scena musicale argentina. Si tratta di giovani che provengono da tre città differenti del grande paese sudamericano (rispettivamente da Tucuman, Olavarrìa e Santa Fe) e hanno fuso insieme le loro energie artistiche una decina di anni fa quando studiavano composizione, direzione corale e orchestrale all’Accademia delle Belle Arti dell’Università de La Plata. Si trasferirono poi a Buenos Aires, dove iniziano a sviluppare il progetto Aca Seca e allo stesso tempo coltivano le singole carriere musicali: Quintero si fa notare come uno dei più promettenti compositori; Beeuwsaert diventa il giovane pianista richiesto da molti jazzisti; Cantero va in tour con la cantante-filosofa Liliana Herrero.

  

Vi state chiedendo quale sound propone il gruppo vocale-strumentale Aca Seca Trìo? Intreccia in modo originale e moderno la musica popolare latinoamericana – dal folklore argentino alla nueva trova alla bossa brasiliana – il jazz e la classica. Un nuovo linguaggio dove ogni tanto fanno capolino le sonorità dei grandi autori dell’America Latina di ieri e oggi; un interessante amalgama di voci e suoni, ben equilibrato, dove virtuosismo e poesia dei testi hanno la medesima cittadinanza. Tra i vari meriti di questa formazione anche quello di offrire un’immagine musicale e culturale completamente nuova del proprio Paese, identificato fin qui – erroneamente – quasi soltanto con il tango e con Buenos Aires. Infatti la tradizione di melodie e ritmi argentini che i tre artisti mescolano agli altri linguaggi sonori internazionali viene soprattutto dalla provincia e non solo dalla capitale o dall’area rioplatense.

Tra i musicisti che hanno elogiato il lavoro del Trio abbiamo scelto alcune parole pronunciate dal cantante e jazzista foggiano Gegé Telesforo: “…gli Aca Seca Trio sono musicisti di prima classe, cantano melodie di rara bellezza, dimenticate, a volte struggenti, suonate con naturalezza jazzistica e piglio accademico. Canzoni, storie impreziosite da tessiture ritmiche e armoniche che sorprendono anche l’orecchio più esperto, colpendo dritto al cuore”.

E dopo un parere così autorevole (ma ce ne sarebbero altri altrettanto importanti di Javier Girotto, Barbara Casini, Sergio Cammariere e Gabriele Mirabassi che vi ho risparmiato per motivi di spazio) non mi resta che consigliarvi di andare a conoscere questo gruppo dal vivo in uno degli appuntamenti che troverete al termine dell’articolo e, se proprio non vi sarà possibile, almeno visitate il sito (http://www.acaseca.com.ar/) per ascoltare qualche brano della discografia della band e per decidere se acquistare l’ultimo album, La musica y la palabra, 17 tracce davvero meritevoli di essere ascoltate.

Le date della tournée, con il patrocinio dell’Ambasciata Argentina in Italia:
03 APRILE: TORINO-FOLK CLUB
04 APRILE: MIRA (VE) – TEATRO VILLA DEI LEONI
05 APRILE: BOLOGNA – BRAVO CAFFÈ
06 APRILE: ROMA – BIG MAMA
07 APRILE: FIRENZE – AUDITORIUM EX FILA
08 APRILE: NAPOLI – MARABÙ CLUB
09 APRILE: FOGGIA- TEATRO DEL FUOCO
11 APRILE: BELLARIA (RN) – GROOVE CITY

Gian Franco Grilli

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here