VIVIR SIN ELLA – Gilberto Santa Rosa

Testo
Traduzione

Caminar
sin ella,
Es ir sin rumbo fijo,
Refugiarse como un niño,
En los brazos de la soledad,

Regresar sin ella es tan delirante,
Tan nosivo, tan frustrante,
Que a la casa no quiero llegar.

Es como tener las manos llenas de ella,
De su risa, sus caderas,
Y saber que ella no esta,

Es como sentarse a ver y tocar estrellas,
Bajo una luna nueva,
Atravez del ventanal…

Vivir Sin Ella es estar,
Encadenado a ese cuerpo,
Que yo amo estremerle,
A la soledad,

Vivir Sin Ella es rendirse
a cada instante,
Es caer, es levantarse,
Y por ella comenzar,

Esto, no es normal,
Es querer volar,
A donde ella esta,
esto, no es normal,
es querer volar,
a donde ella esta.

La noche sin ella,
Es un trago amargo,
Es mirar el calendario,
Es llorar, amigos, es llorar,

Es como tener las manos llenas de ella,
De su risa, sus caderas,
Y saber que ella no esta,

Es como sentarse a ver y tocar estrellas,
Bajo una luna nueva,
Atravez del ventanal…

Vivir Sin Ella es estar,
Encadenado a ese cuerpo,
Que yo amo estremerle,
A la soledad,

Vivir Sin Ella es rendirse
a cada instante,
Es caer, es levantarse,
Y por ella comenzar,


Vivir Sin Ella es estar,
Encadenado a ese cuerpo…

Yo no se lo que es vivir, Sin Ella,
yo no se lo que es vivir,
Yo no se lo que es vivir,
con mi soledad que ahoga,
Yo no se lo que es vivir, Sin Ella,
yo no se lo que es vivir,
Y se me hacen mas largas las horas,
sin su presencia.

Yo no se lo que es vivir, Sin Ella,
yo no se lo que es vivir,
Llegar a mi casa solo,
con esta tristeza cuestas.

Yo no se lo que es vivir, Sin Ella,
yo no se lo que es vivir,
Todo me recuerda a ella,
es la cancion de la radio,
la foto sobre la mesa,
Yo no se lo que es vivir,
Sin Ella, yo no se lo que es vivir,
Me ilumina la tristeza,
si no esta ella


Camminare senza lei,
È andare senza una fissa direzione,
Rifugiarsi come un bambino,
Nelle braccia della solitudine,

Ritornare senza lei è tanto delirante,
Tanto nocivo, tanto inutile,
Che a casa non voglio tornare.

È come avere le mani piene di lei,
Della sua risata, dei suoi fianchi,
E sapere che lei non c’è,

È come sedersi a vedere e toccare le stelle,
Sotto una luna nuova,
Attraverso di una finestra…

Vivere Senza Lei è stare,
incatenato a questo corpo,
Che io amo scuotere,
dAlla solitudine,

Vivere Senza Lei è arrendersi
ad ogni istante,
È cadere, è rialzarsi,
E per lei cominciare,

Questo, non è normale,
È volere volare,
la dove c’è lei,
questo, non è normale,
è volere volare,
la dove c’è lei.

La notte senza lei,
È un sorso amaro,
È guardare il calendario,
È piangere, amici, è piangere,

È come avere le mani piene di lei,
Della sua risata, dei suoi fianchi,
E sapere che lei non c’è,

È come sedersi a vedere e toccare le stelle,
Sotto una luna nuova,
attraverso di una finestra…

Vivere Senza Lei è stare,
incatenato a questo corpo,
Che io amo scuotere,
Alla solitudine,

Vivere Senza Lei è arrendersi
ad ogni istante,
È cadere, è rialzarsi,
E per lei incominciare,

Vivere Senza Lei è stare,
incatenato a questo corpo…

Io non so cos’è vivere, Senza Lei,
Io non so cos’è vivere,
Io non so cos’è vivere,
con la mia solitudine che soffoca,
Io non so cos’è vivere, Senza Lei,
Io non so cos’è vivere,
E si fanno più lunghe le ore,
senza la sua presenza.

Io non so cos’è vivere, Senza Lei,
Io non so cos’è vivere,
Arrivare solo a casa mia,
con questa tristezza mi costa.

Io non so cos’è vivere, Senza Lei,
Io non so cos’è vivere,
Tutto mi ricorda lei,
le canzoni alla radio,
la foto sul tavolo,
Io non so cos’è vivere,
Senza Lei, Io non so cos’è vivere,
Mi illumina la tristezza,
se non c’é lei

Autore: Omar Alafanno
Traduzione a cura di Francisco Rojos

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here