Rodofo Guerra y Sincopa Latina – “Todo”

“Todo” è il nuovo album di Rodolfo Guerra y Sincopa Latina.
A due anni di distanza segue il fortunato “Puerto Rico”, a tutt’oggi uno degli
album latini registrati in Italia più ascoltati, ballati ed apprezzati.

Pensiamo di poter individuare in “Todo” l’album della maturità artistica di
Rodolfo Guerra.
Bassista peruviano, è allievo del maestro Jorge Reyes, risiede in Italia dal
1990 ove ha fondato la sua orchestra Sincopa Latina, band costituita da
musicisti provenienti da Cuba, Perù, Venezuela.
Nel suo curriculum spiccano le collaborazioni con Isaac Delgado, Orlando
Watussi, Tito Gomez e le sue partecipazioni a varie edizioni del Festival
LatinoAmericando e Umbria Jazz.

Difficile spiegare le 10 tracce che costituiscono “Todo” . Ci ha comunque
provato lo stesso Rodolfo che ha scritto le note qui a piè pagina.
Ma la maniera migliore è ascoltarlo “live”.
L’album sarà presentato ufficialmente sabato 9 Dicembre, alle ore 23,00
circa, durante un concerto presso la Discoteca La Marna di Sesto Calende /VA.
Sarà presente l’orchestra al completo, tutti i cantanti che hanno collaborato
nonché varie personalità del mondo latino.

TODO Contiene le seguenti tracce:
1. DESCARGA PELUCHO (In ogni mio album c’è sempre una “descarga”, questa l’ho
voluto dedicare ad un amico mio e dell’orchestra: Lucio Palumbo detto “pelucho”
–“peluche”-)
2. TODO (salsa) (Il testo di questo brano parla di quello che ci si aspetta un
pò di tutti: il massimo!)
3. TU SOLEDAD (Una ballad-afro-bolero, molto sentita, parla della solitudine
alla quale sono soggetti alcuni…ma, per fortuna, sempre c’è qualcuno a
risollevarli)
4. AYER ( Una bachata con uno stile più moderno, parla del amore che può anche
non mutare nel tempo : “oggi ti voglio bene come ieri.”)
5. PAPAYA ( Un latin jazz molto « agressivo », ballabile.)
6. SOY PERUANO (Una salsa-chicha -genere tipicamente peruviano-, parla del
orgoglio che provo ad essere peruviano, ad essere un uomo “di quelli di buon
procedere”, “di quelli della lealtà”…)
7. AZUL (Un reggae, per rinfrescare un po’ il “discorso” che c’è in quest’album)

8. FLAMENCO SALSA (Una salsa cantata da un cantante flamenco)
9. HERMANITA ( Una bachata rosa, vuole essere una ninna nana dedicata a mia
sorellina, Daniela)
10. LATIN BLUES (Un altro latin jazz, costruito sulla struttura blues, da lì il
nome).

CREDITOS :
Percusion : Walter « Chato » Rebata, collaboratore e amico inseparabile, le sue
percussioni sono una “roccia solida” sulla quale costruire il brano .
Bateria: Walter Calloni, un nuovo amico e collega, grande batterista italiano,
conoscitore anche della clave. Ho collaborato con lui nel suo progetto “Walter
Calloni Etno Combo”
Piano : Nelson Betancourt, un grande maestro cubano, ha aggiunto un po’ di
condimento ai brani.
Guitarras: Juan Carlos Vega, grande poli-strumentista peruviano è molto facile
dialogare e quindi registrare con lui.
Trompetas: Fernando Hurtado, ospite di questa produzione. Ha registrato dieci
anni fa nel primo mio album “Salsa que te Pasa”, registrato a Cuba.
Trombones: Giandelaxis “Mandela” Bell Carbonell, il secondo ospite, salta
l’occhio che registra sempre insieme a Fernando.
Coros: Marcelo Britto, è “Il Corista”, è una garanzia per le prime voci nei
cori. è il “mio” corista storico: già nel primo album ha fatto i cori in
“Sincopa Latina” e “Bilongo”, poi in “Demasiado Corazòn” ed in “Puerto Rico”.
Leo Wilber,
Juan Carlos Vega.

Voz lider:
Juan Carlos Vega (1 y 6) La sua “sabrosura salsera” e inimitabile, riesce a dare
un tocco nuovo alle mie melodie.
Leo Wilber (2), Non mi ero sbagliato: il suo modo di cantare e “sonear”
(improvvisare) era preciso per questo brano.
Manuel “Changò” Garcia Marquez (3), La voce storica di alcuni dei miei brani:
“Demasiado Corazòn”, “Puerto Rico”…una sensibilità unica nel trasmettere ciò che
canta.
Lenia Diaz (4), La voce sensuale e melodiosa di Lenia ti travolgono nel ascolto.
Emmanuela Boggio (7 y 9), Una nuova amicizia e collaborazione con la cantante
biellese, molto brava a cantare in spagnolo.
Pablo Alvaro (8). Un grande sentimento nel canto. Mi ritengo molto fortunato nel
fare queste conoscenze.
Coro de niños en “Hermanita”: Erika, Christel, Simone, Maicol y Gabriel. Grazie
a ogni uno di questi bambini… per capire il paradiso bisogna essere come loro!
Quena, zampoña y charango en « Soy Peruano » : Rodrigo Nuñez. Un’altra nuova
amicizia: il proprietario dello studio a Madrid, venezuelano e suonava
egregiamente tutti gli strumenti folkloristici andini! Facevano il mio caso.
Guitarras en “Azul”: Luca Pasqua. Un altro amico del jazz e della fusion.
Attualmente lavoranoinsieme nel progetto “Latin Funk”.
Sax en « Latin Blues » : Alessandro Bertozzi. Anche in « Tumbao » ha registrato
il assolo di sax.
En « Papaya » :
Trompetas: Davide Ghidoni. Grande grinta nei suo fraseggi.
Trombones : Amauri Perez. Facile lavorare con chi ha tanta esperienza come lui.
Piano: Markelian Kapedani. Pianista classico e jazz di origine albanese, che sta
incursionando nel ambito “latin”.
Coros: Marcelo Britto, Juan Carlos Vega y Mariano Mena (Grande cantante cubano,
è sua la voce solista in tutti i brani del mio primo album “Salsa que te Pasa”.

En “Ayer”:
Percusiòn: Rubén Rosario. Ho fortemente voluto invitare un percussionista
originario di Repubblica Dominicana, conoscitore di questo genere.
Baterìa: Tony Santelia. Un giovane batterista italiano con grandi potenzialità,
tra qualche anno sentiremo parlare di lui.
Coros: Marcelo Britto, Mariano Mena y Juan Carlos Vega.

Arreglos y direcciòn musical: Rodolfo Guerra.
Bajo y Baby Bass: Rodolfo Guerra
Todos los temas son escritos, texto y musica por Rodolfo Guerra.

Ho scritto e arrangiato i brani tra giungo e luglio 2006.
Registrati al mio studio “Rod’s House” in agosto dello stesso anno. Le batterie
di Walter Calloni da “Joe’s Studio” a Varese.
Le trombe ed i tromboni a Madrid, i primi di settembre.
Le voci al mio ritorno a Italia.
Insomma, è stato un po’ faticoso ma, credo che è più bello quando costa sforzo e
fatica!

Grabado en “Rod’s House” por Rodolfo Guerra.
Las baterìas de Walter Calloni en “Joe’s Studios” por Giovanni Pasquetti.
Los metales (menos “Papaya”),Charango, quena, zampoña y la voz de Pablo en
“Hispana Records” en Madrid, España por Josè Mendoza. Un fonico con una
esperienza collosale, grazie Josè.
El solo de Sax de « Latin Blues » en « Bertostudio».
Mixado en « Bertostudio » por Alessandro Bertozzi.
www.rodolfoguerra.com

C & P 2006 Galletti-Boston srl / Level49
www.galbost.com/latin 

Comunicato Stampa – Galletti – Boston

Lascia un commento

SHARE
Previous articleViva Navidad
Next articleRhythms Del Mundo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here