MILANO LATIN FESTIVAL 2019: SETTE GIORNI A CUBA

0
236

È stata inaugurata al Padiglione delle Nazioni del Milano Latin Festival, con la partecipazione di Llanio González Pérez, Console Generale e Ministro Consigliere del Consolato Generale di Cuba a Milano, la Settimana di Cuba, dedicata ai 500 anni della fondazione de LA HABANA, ai 60 anni della fondazione di ICAIC (Istituto Cubano di Arte e Industria Cinematografica), ai 100 anni del documentarista cubano Santiago Alvarez e ai 60 anni dell’agenzia di notizie latinoamericana Prensa Latina. 

L’apertura è stata celebrata anche in musica con un lunghissimo e seguitissimo concerto sul palco del Festival dei Los 4, il gruppo cubano che mescola sapientemente sonorità classiche come la salsa, con sonorità più moderne ed urbane, dando vita ad un genere di reggeaton tutto cubano denominato Cubaton.

Ad introdurli lo spettacolo dei bravissimi ballerini del Cubanissimo Show.

La settimana dedicata a Cuba si chiuderà il 27 luglio e avrà il suo culmine venerdì 26 luglio,  Festa Nazionale cubana in cui si celebra l’attacco alla Caserma Moncada del 1953 che ha dato il via alla Rivoluzione Cubana. E proprio il 26 luglio una conga guidata dallo dallo staff di Cubanissimo Show e Yass y sus Atrevidos de Milano animerà le vie del Festival, e poi sul palco il concerto di uno dei gruppi cubani più amati della storia, La Charanga Habanera. 

In mezzo, sette giorni di eventi culturali organizzati con la collaborazione dell’Ambasciata di Cuba in Italia, del Consolato Generale di Cuba a Milano, del Centro Studi Cartel Cubano – Venezia, l’Associazione Nazionale di Amicizia Italia Cuba, l’Associazione Cubeart e Mundo Cuba, come sempre insieme ad Hector Villanueva che si occupa di tutti gli eventi del Padiglione delle Nazioni.

Vediamo nel dettaglio gli appuntamenti della settimana.

Per tutto il periodo sarà possibile vedere la  mostra “EL CARTEL DE CINE. 60 ANNI DI POSTER DELL’ICAIC, omaggio a Santiago Álvarez Román”. L’ICAIC (Instituto Cubano de Arte e Industria Cinematograficos) è stato creato il 24 marzo 1959, a nemmeno tre mesi dalla vittoria di Castro su Batista (datata 1 gennaio), quando viene promulgata dal governo rivoluzionario la Legge sul Cinema che prevede la creazione dell’istituto: la cultura viene considerata pilastro per la crescita del paese e il cinema il miglior mezzo per innalzare il livello di istruzione della popolazione; i cubani diventano ben presto appassionati cinefili, le pellicole nordamericane vengono sostituite da quelle della neonata produzione nazionale, affiancate dai migliori e più impegnati film di origine europea, russa e orientale e la strategia adottata per veicolare il nuovo corso è incaricare i grafici locali di rappresentare le uscite cinematografiche su manifesti che vengono poi affissi in tutto il paese. Il Centro Studi Cartel Cubano (CSCC) è nato con lo scopo di conservazione, promozione e divulgazione della grafica realizzata a Cuba dal 1959: gestisce una collezione di manifesti unica nel suo genere, frutto di un lavoro di ricerca di oltre 20 anni di Luigino Bardellotto, una collezione che raccoglie oltre 3000 manifesti cinematografici, politici e sociali, nonché oltre 600 bozzetti.

Lunedì 22 luglio

Alle 20 incontro con Rocco Luccisano, autore del libro thriller “Pericolo all’Avana. La scienza al servizio del nemico”. Alle 22 Proiezioni dei documentari “3.800.000.000 battiti di tamburo”, “El toque de Los Hoyos” e “Rumba en los Hoyos” del documentarista italiano indipendente Riccardo Manfredi.

Martedì 23 luglio

È dedicato agli eventi per celebrare i 500 anni della Fondazione de LA Habana: alle 20 conferenza “Il rum cubano da Cristoforo Colombo al Daiquiri. Storia del Cuba Libre”, a cura di David Bermudez Villamarin direttore commerciale e Brand Ambassador Ron Caney, con degustazione di un Daiquiri ed un Cuba Libre preparati dai partecipanti; alle 20.30 proiezione del documentario “Restaurando almas”, il processo di restaurazione e conservazione del patrimonio architettonico dell’Habana; alle 22 Live Show “Boleros y Habaneras: Omaggio ai 500 anni della Fondazione dell’Habana”, con la partecipazione del cantante e musicista cubano Andrès Roman; a seguire “Poemas de Cuba y Habaneras” a cura di Ana Maria Pedroso Guerrero dell’Associazione Cubeart.

Mercoledì 24 luglio

È la serata dedicata a Santiago Alvarez Roman: alle ore 20 proiezione dei documentari “Ciclón” (1963) sugli effetti del passaggio del ciclone Flora a Cuba, nelle province di Oriente e Camagüey; le immagini, prese in gran parte dall’archivio dell’Icaic, mostrano l’arrivo del ciclone, le operazioni di salvataggio e di evacuazione della popolazione; “Mi hermano Fidel” (1977), l’ncontro (colloquio/intervista) tra Fidel Castro e Salustiano Leyva, un vecchio campesino di Guantanamo, che all’età di 11 anni conobbe di persona José Martì e il generale M. Gomez; “La guerra necesaria” (1980), la ricostruzione dei preparativi del viaggio del Granma, atoa iniziale della rivoluzione cubana, con testimonianze di Fidel e Raul Castro, Juan Almeida, Haydee Santamaria, Celia Sanchez e altri.

Giovedì 25 luglio

A partire dalle ore 20 si celebrano i 60 Anni della Fondazione dell’Agenzia di Notizie Latinoamericana Prensa Latina, con la partecipazione dei corrispondenti in Italia Silvia Martínez Puentes e Frank González García e la proiezione del documentario di Riccardo ManfrediAppunti stregati su un’isola ribelle“; il 16 giugno del 1959 nacque a La Habana l’Agenzia di Notizie Latinoamericana Prensa Latina, un progetto di comunicazione generato dall’iniziativa del leader storico della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro e dal Comandante Ernesto Che Guevara, come alternativa ai monopoli mediatici del momento.

Venerdì 26 luglio

È il giorno cruciale dei festeggiamenti della Settimana di Cuba, poiché si celebra il “Dìa de la Rebeldia Nacional”, la Rivoluzione Cubana che ebbe inizio con l’assalto alla Caserma Moncada del 26 luglio del 1953 e finì il 1º gennaio del 1959, con la fuga di Batista da Cuba; Santa Clara e Santiago di Cuba furono prese dalla milizia popolare (Ejército Rebelde) guidata da Fidel Castro ed Ernesto Che Guevara. Dopo l’omaggio da parte del Sig. Llanio González Pérez, Console Generale e Ministro Consigliere. Consolato Generale di Cuba a Milano, ci sarà la proiezione dei video girati a Santiago de Cuba da Riccardo Manfredi durante la preparazione del Carnevale, insieme alla conga Los Hoyos. A seguire conga cubana organizzata dallo staff di Cubanissimo Show e Yass y sus Atrevidos de Milano e infine, dalle 22.30 sul Palco Centrale del Milano Latin Festival concerto dell’Orchestra cubana La Charanga Habanera.

Dalle 18.30 alle 19.30 ingresso gratuito per tutti i cittadini cubani presentando un documento che dimostri la nazionalità alla biglietteria del Milano Latin Festival.

Sabato 27 luglio

Con la chiusura della Mostra “El Cartel de Cine. 60 Anni di Poster dell’ICAIC”, si conclude la Settimana di Cuba.

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here