FRAN ROZZANO E SANCO: LA NUOVA GENERAZIONE MUSICALE SI FA AVANTI

0
231

In occasione di Eventopeople 2019, il weekend calabrese dedicato al ballo e alla musica più grande del mondo, abbiamo avuto modo di fare una mini intervista doppia a due giovani promesse della musica urbana: il Bachataro spagnolo Fran Rozzano e il reggeatonero Sanco, famoso anche per aver collaborato con Dani J in Hasta Cuando, grazie ad Antonio Rey Vera, manager di entrambi che li ha messi in contatto.

Stesse domande, risposta secca. Scopriamo qualcosa di più su questi due giovani artisti.

Come e perché hai iniziato a cantare?

Fran Rozzano: ho iniziato a 15 anni – ora ne ho 24 – grazie a mio padre, anche lui cantante. Mi sono affidato molto a lui e ai suoi consigli. Mi sono buttato sulla bachata perché è un genere che mi permette di esprimere molto sentimento, a me piace cantare cose romantiche melodiche e questo genere me lo consente.

Sanco: ho iniziato a cantare 7/8 anni fa quando iniziato a piacermi il Reggaeton. Ho iniziato con il rap poi è venuto fuori la mia vena Latina perché sono metà uruguaiano e adesso da un paio d’anni lo faccio come professione.

Quando hai capito che la musica era diventata una professione e non soltanto una passione?

Fran Rozzano: questo è un lavoro che richiede molta fatica molto impegno, però è sempre più una passione che un lavoro. Sai come si dice, che se fai un lavoro che ti piace non lavorerai un solo giorno in tutta la tua vita? Ecco, sono molto d’accordo con questa frase, anche se questa professione richiede molto impegno, molto sacrificio e molta costanza.

Sanco: quando ho fatto il primo show e quando ho guadagnato i miei primi soldi. Nel momento in cui la tua passione diventa un lavoro e guadagni anche qualcosa è davvero una cosa spettacolare!

Un sogno per il futuro?

Fran Rozzano: essere riconosciuto per la mia musica e per quello che faccio.

Sanco: cantare con Nicky Jam, J Balvin, quelli di Serie A, insomma.

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here