Si parla cubano al Milano Latín Festival

0
347
{"source":"editor","effects_tried":0,"photos_added":0,"origin":"gallery","total_effects_actions":0,"remix_data":["add_photo_directory"],"tools_used":{"tilt_shift":0,"resize":0,"adjust":0,"curves":0,"motion":0,"perspective":0,"clone":0,"crop":0,"enhance":0,"selection":0,"free_crop":0,"flip_rotate":0,"shape_crop":0,"stretch":0},"total_draw_actions":0,"total_editor_actions":{"border":0,"frame":0,"mask":0,"lensflare":0,"clipart":0,"text":0,"square_fit":0,"shape_mask":0,"callout":0},"entry_point":"create_flow_fte","total_editor_time":81,"total_draw_time":0,"effects_applied":0,"uid":"4452307B-4989-49C3-81CF-B0E1A389DF44_1532453425524","total_effects_time":0,"brushes_used":0,"sources":[],"layers_used":0,"width":3458,"height":2424,"subsource":"done_button"}

Fino al 27 luglio al Milano Latin Festival, si celebra Cuba e in particolare i 150 anni dall’inizio delle Guerre di Indipendenza.

Una settimana dedicata a La Isla Grande, inaugurata da Lisset Arguelles Montesinos – Segretario Affari Culturali e Stampa – Ambasciata di Cuba,
Oneida Baró Estrada – Console Generale di Cuba in Milano,
Irma Dioli – Presidente Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba e da Francisco Alberto Calderon Cuesta (Albertico Calderon)
“Evolution Cuba” – un progetto per comunicare le origini e la cultura di Cuba e la sua evoluzione nel mondo,
nonché storico Maestro di Arte e cultura cubana.

Dopo una presentazione sulla storia del rum (al Festival c’è anche un Museo del Rum) tenuta da David Bermudez e un’esibizione del Maestro Calderon, a sorpresa, é intervenuto Oney Tapia, l’atleta paraolimpico ipovedente vincitore della trasmissione TV Ballando con le Stelle.

Tanti gli appuntamenti tra letteratura, sport, spettacolo e stage di ballo.

Ma non perdetevi il 26 luglio, Festa Nazionale cubana, la Conga (una sorta di parata ballata, a ritmo di conga, appunto, che su snoderà lungo le strade del Festival), ma soprattutto non siate timidi, e aggregatevi! I passi sono molto semplici e potrete vivere in prima persona un pizzico della cultura cubana.

A proposito di cultura cubana, se siete un po’ curiosi e amate questo mondo latino di musica e ballo, non potete assolutamente perdervi lo stand dell’Associazione AlbLaz.
AlbLaz
è stata fondata nel 2013 da Albertico Calderon, che è uno dei maggiori esponenti Mondiali di ballo e cultura cubana, una vera e propria autorità nel suo campo, con lo scopo di aiutare, tramite raccolta di fondi, i bambini di Juanello, il quartiere dell’Havana dove lui è cresciuto, per regalare loro la speranza di un futuro migliore.

Ma questo stand è un vero e proprio spaccato di cultura cubana.
Uno dei punti più interessanti della cultura cubana è la religione, la Santeria.

Quando gli spagnoli sono arrivati a Cuba volevano che gli abitanti dell’Isola abbracciassero la loro religione, il Cattolicesimo, mentre gli abitanti di Cuba praticavano una religione di origine africana.

Per non andare contro il volere degli spagnoli, ma nello stesso tempo non abbandonare i loro Santi africani, i cubani hanno deciso di ‘nascondere’ dietro ai Santi della religione Cattolica, quelli della loro religione. Ad esempio Elegguá, che è il Santo che apre e chiude ogni cammino, è sincretizzato con Sant’Antonio da Padova, Changò con Santa Barbara.

Il risultato è una religione che “mescola’, se così si può dire, la religione Afro e quella Cattolica e si chiama Santeria. Nella Santeria ogni Santo o Orisha, ha i suoi colori, i suoi ornamenti ed accessori e soprattutto, come abbiamo visto, il suo corrispondente con un Santo della religione Cattolica, ma anche la sua musica e il suo ballo.

Questo per dirvi che nella cultura cubana il ballo, prima di essere un divertimento, è stato un modo di pregare e adorare gli Orisha. E come non si può comprendere appieno il presente di un Paese e di un popolo senza conoscere il suo passato, così non si può comprendere e apprezzare davvero la salsa senza conoscere l’Afro Yoruba e la Rumba.
E in questa settimana il Maestro Albertico Calderon terrà stage gratuiti di entrambe le discipline, ma soprattutto, e qui torno al discorso principale, per tutta la durata del Festival nello stand di AlbLaz è allestita una piccola Mostra in cui sono rappresentati gli Orisha più importanti, con una spiegazione del loro significato, il loro corrispondente nella religione Cattolica, i loro colori e segni distintivi.

Avrete modo così di fare un tuffo nella cultura cubana, nella sua storia, e comprendere meglio il significato del ballo che tanto ci appassiona: la salsa.

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here