SALSA CON CLASE SUL PALCO DEL MILANO LATIN FESTIVAL CON RAY DE LA PAZ

0
204
Ray De La Paz (Intervista al Milano Latin Festival 2018)
Ray De La Paz (Intervista al Milano Latin Festival 2018)

Uno dei più grandi soneros della storia della salsa si è esibito sul palco del Milano Latin Festival lo scorso 1 Luglio.
C’è il rammarico che un tale personaggio e un tale concerto avrebbero meritato ben altra cornice di pubblico, ma tant’é, sia lui che l’orchestra di El Chino y La Diferencia che lo accompagnava ed Adolfo Indacochea ed i suoi ballerini hanno offerto uno show che i presenti hanno gradito ed apprezzato per ogni istante della sua durata.
Ci è stato anche possibile incontrare il maestro dietro le quinte prima dello spettacolo.

Questa è la seconda volta che vengo a cantare in italia, la prima in questo Festival.

Maestro, lei è stato tra i primi nella salsa a far dare maggior importanza al cantante piuttosto che all’orchestra, tuttavia in coppia con Louie Ramirez siete riusciti a dare un perfetto equilibrio tra il sonero ed i musicisti. Come avete fatto?

Molto del merito va ascritto a Louie. E’ stato un vero e proprio maestro, sia quando suonava per la Fania che quando abbiamo deciso si collaborare insieme. Abbiamo avuto parecchie idee e lui ha saputo trasformarle in realtà grazie ai suoi arrangiamenti e alle sue trovate musicali che hanno creato questo bellissimo binomio.

Ray-De-La-Paz-Milano-2018
Ray-De-La-Paz-Milano-2018

Siete stati tra i primi, inoltre a cantare in chiave salsera canzoni che provenivano da altri generi,e con molto successo…

Vero! E questo ci ha permesso di girare per il mondo, avere sempre più fan ed allargare la cerchia delle nostre amicizie.

Perché oggi la salsa tra i giovani non ha più il successo che aveva fino a vent’anni fa?

E’ tutta una questione di promozione, a cominciare dalle radio; quando ero giovane io, le radio otre a trasmettere la musica salsa, davano informazioni sui musicisti, sulle orchestre, sugli stili ed i cantanti, oggi da noi non c’è più niente di tutto questo, i ragazzi non vengono educati alla musica, ci si limita a dar loro solo quello che più va di moda, come il rap e il reggaeton.

Ray-De-La-Paz-Milano-2018
Ray-De-La-Paz-Milano-2018

Per il momento l’unica cosa che sembri funzionare è la fusione tra la salsa e il reggaeton, con esponenti di entrambi i generi che producono brani insieme…

Ho visto che Andy Montañez ha fatto una cosa simile con un gruppo portoricano di reggaeton, così come Victor Manuelle. A ciascuno il suo. Può essere un’idea, ma io nei miei progetti musicali sono più propenso a dare la priorità alla salsa.

A cosa sta lavorando attualmente?

Sto mettendo insieme materiale del tutto nuovo con nuovi arrangiamenti. Entrerò in studio di registrazione a Dicembre  per poi uscire con l’album.

Infine, il consueto saluto a Salsa.it:

Un caloroso saluto a tutto il pubblico di Salsa.it da Ray De La Paz con grande affetto.

Pochi minuti dopo “El sonero del elegante cantar” è salito sul palco e ci ha condotto in un viaggio musicale che è iniziato con Eres Mentirosa ed è finito con Lluvia, passando attraverso le principali tappe della sua straordinaria carriera.

A cura di: Mauro Gresolmi
Graphic Work by: Francisco Rojos

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here