MARC ANTHONY AL CINEMA

0
362

El cantante”, la cui scheda abbiamo presentato recentemente su questa
rubrica, ha rappresentato per ora il punto più alto della carriera
cinematografica di Marc Anthony, il primo film in cui ha recitato nel ruolo da
protagonista. Ma l’avventura del re della salsa nel mondo della celluloide è
cominciata molto prima: sia come attore che come interprete di colonne sonore il
sodalizio tra Marc Anthony e il cinema dura ormai da almeno 17 anni.
Ripercorriamone le varie tappe.
1993 – L’inizio è un po’ in sordina: partecipa alla realizzazione della
colonna sonora del capolavoro di Brian de Palma Carlito’s way, cantando
un classico della salsa, “Parece mentira”, un brano bellissimo, ma che
nel film viene poco valorizzato: viene usato infatti come sottofondo
nell’autoradio della macchina del cugino di Carlito (un immenso Al Pacino),
mentre i due si recano nel bar poco prima della famosissima scena della
sparatoria attorno al tavolo da biliardo.
1995 – Arriva il suo primo ruolo nel film Hackers: è quello dell’
agente Ray, della squadra speciale anti- hackers al servizio del tenente Gill.
Deve vedersela con un gruppo di giovani pirati informatici, tra i quali spicca
una giovanissima Angelina Jolie. Pronuncia pochissime battute e non appare in
molte scene, ma è comunque un inizio.

1996 – La sua popolarità nel mondo salsero è già all’apice, per cui si
intensificano anche le partecipazioni sul grande schermo. Nel 1996 è presente in
ben tre pellicole. La prima è Big Night, film indipendente diretto e
interpretato da Tony Shalhoub e Stanley Tucci. A lui tocca l’onore della prima
inquadratura del film, mentre contempla il mare poco prima di tornare nel
ristorante in cui lavora come cameriere e aiuto cuoco: Cristiano è il nome del
personaggio da lui interpretato, in una storia ambientata negli anni ’50, che si
svolge quasi interamente all’interno di questo ristorante italiano gestito da
due fratelli, che stentano a far successo e che puntano ad un rilancio del
locale invitando a cena la star italo americana dello swing Louis Prima. La
presenza in scena di Marc Anthony è più assidua che nel suo precedente film, ma
anche qui battute ridotte all’osso.
1996 – La sua prima grande occasione cinematografica arriva sempre nello
stesso anno in un film d’azione dal titolo “L’ora della violenza” (titolo
originale”The Substitute”). Per la prima volta gli viene offerto un ruolo
di rilievo, quello del principale antagonista della storia: interpreta infatti
Juan Lacas, il capo di una banda di giovani teppisti che mette letteralmente a
ferro e fuoco una scuola superiore della periferia americana. Commette
nefandezze di ogni genere, finchè non trova il giusto castigo da parte del
protagonista del film, Tom Berenger, uno dei duri di Hollywood di quel periodo.
1996 – Prende parte al documentario, “naturalmente” da noi non
distribuito, “Yo soy del Son a la Salsa”, insieme a tanti protagonisti e
stelle di prima grandezza dell’universo salsero, con interviste e performances
dal vivo.

1998 – Ormai divenuto una stella di prima grandezza nel mondo della salsa
canta, duettando con Tina Arena, “I want to spend my lifetime loving you
il tema principale del film La maschera di Zorro, che vede nei panni
dell’eroe mascherato Antonio Banderas.
1999 – Martin Scorsese lo vuole nel cast di Al di là della vita e
gli cuce addosso una parte che sembra fatta apposta per valorizzare le doti di
un bravo attore. Nei panni del disadattato Noel, che entra ed esce dall’ospedale
presso il quale Nicholas Cage presta servizio come paramedico, Marc Anthony
offre una prova molto intensa e convincente. Curioso anche il suo look, con i
capelli rasta: appare in scena legato ad una lettiga con le cinghie in preda ad
una crisi, e sempre su una lettiga lo troviamo nella parte finale del film,
pestato a sangue da un poliziotto che lo aveva preso di mira, intento ad entrare
in sala operatoria; non si sa se alla fine sopravviverà o no.

2004 – In uno dei più bei film d’azione del decennio, Man on fire,
è Samuel Ramos, padre della piccola protagonista Lupita (interpretata da Dakota
Fanning); quando la guardia del corpo della bambina John Creasey (Denzel
Washington) scopre che anche lui è coinvolto nel rapimento della figlia e
ingaggia una sua guerra personale contro chiunque abbia preso parte a questo
crimine, lo lascia solo nella cappella privata di famiglia con una pistola
caricata con un solo colpo e si allontana mentre in sottofondo si sente partire
lo sparo….
2006El Cantante (vedi apposita scheda)
2008 – La moglie Jennifer Lopez produce Feel The Noise (in Italia
conosciuto come “A tutto volume”), storia ambientata nel mondo
portoricano del reggaeton. Qui sia lui che la Lopez hanno un piccolo cameo nel
ruolo di loro stessi.

a cura di: Mauro Gresolmi

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here