LES MISERABLES

0
122
Les Misérables
Les Misérables

E’ stato uno degli eventi cinematografici di questa stagione, uno dei film
più attesi, e non solo dal punto di vista musicale. Finalmente il musical più
longevo della storia è arrivato sul grande schermo e lo ha fatto senza badare a
spese: cast d’eccezione, costumi e scenografie da autentico kolossal, e pubblico
che al botteghino ne ha decretato un grande successo, confermato poi ai Golden
Globe e agli Oscar.

Les Misérables
Les Misérables

Les Misérables (chiamato anche affettuosamente Les Miz)
nasce come musical nel 1980, da un’idea Claude-Michel Schönberg (musiche)
e Alain Boublil (testi), i quali realizzano così questa particolare
versione del romanzo di Victor Hugo. Quando viene rappresentato per la
prima volta a Parigi ottiene un discreto successo, ma niente di eccezionale;
quanto basta però per farsi notare dal produttore Cameron Mackintosh, che
decide di farne una versione in Inglese, per la regia di Trevor Nunn e
John Caird,
con i testi in inglese di Herbert Kretzmer ed una totale
rivisitazione del libretto e dell’orchestrazione. Con questa nuova veste il
musical ottiene un successo senza precedenti: nel West End londinese è
ininterrottamente rappresentato dal 1985, mentre a Broadway è andato in scena
dal 1987 al 2003 e dal 2006 al 2008, aggiudicandosi complessivamente 8 Tony
Awards (il corrispettivo dei premi Oscar per i Musical).

Les Misérables
Les Misérables

Dal 1985 lo spettacolo è stato rappresentato in 38 paesi e tradotto in 21 lingue.
Già sul finire degli anni 80 la TriStar Pictures si era aggiudicata i diritti
per la trasposizione cinematografica dello spettacolo, ma i tentativi fallirono
ed i diritti tornarono in mano a MacIntosh. Nel 1998 la TriStar realizzò una
versione cinematografica del romanzo di Hugo. Si arriva così nel 2009, quando
Eric Fellner, produttore della Working Title Films, ha acquisito i
diritti da Mackintosh. Nel 2011 William Nicholson è stato ingaggiato per
scrivere la sceneggiatura e a marzo Tom Hooper, reduce dal successo de
Il Discorso Del Re
, è stato contattato per dirigere il film. Il budget
ammontava a 61 milioni di dollari.

Les Misérables
Les Misérables

Per interpretare i personaggi principali è stato ingaggiato un cast di stelle di prima
grandezza: il ruolo di protagonista è stato affidato a Hugh Jackman (Wolvwerine,
X-Men The Prestige
), mentre nei panni dell’ispettore Javert troviamo
Russell Crowe
(Il Gladiatore), e in quelli dei coniugi Thenardier la
coppia Sacha Baron Cohen (Borat, Il Dittatore), ed Helena
Bonham Carter
(che avevano già lavorato insieme in Sweeney Todd).
Tra le altre protagoniste femminili ci sono Anne Hathaway (Il
Diavolo veste Prada
), ed Amanda Seyfried (Mamma Mia!).

Les Misérables
Les Misérables

La trama: dal momento che la vicenda si sviluppa nell’arco di diciotto anni e coinvolge moltissimi personaggi, ci limitiamo a raccontare gli episodi più salienti. (N.d.r.). Jean Valjean (Hugh Jackman), viene rilasciato sulla parola dall’ispettore Javert (Russell Crowe), dopo anni di lavori forzati per aver rubato per sfamare i propri figli. Otto anni dopo è riuscito a crearsi una nuova identità, è diventato sindaco di una cittadina e proprietario
di una fabbrica. In questa ultima veste inizia a prendersi cura delle sorti di una sua sfortunata operaia, Fantine (Anne Hathaway), dapprima licenziata perchè madre di una bambina, ma non sposata. Costretta a prostituirsi per mandare i soldi ai coniugi Thenardier  (Sacha Baron Cohen ed Helena Bonham Carter), due loschi locandieri che ne custodiscono la figlia, Fantine si ammala per poi morire di stenti, nonostante gli aiuti di Valjean; questi si prende cura della piccola Cosette, ma a causa di un episodio del suo
passato, si rimette contro la legge e dopo un duello con Javert è costretto a fuggire con la bambina. Nove anni più tardi Valjean si trova a Parigi con Cosette (Amanda Seyfried) ormai adolescente, ed ignara del passato di sua madre e del suo padre adottivo. Cosette si innamora di Marius (Eddie Redmayne), un giovane studente che simpatizza con i rivoluzionari. Intanto Javert si infiltra tra i rivoltosi e si arriva così allo scontro sulle barricate con i soldati francesi: quando uno di questi sta per uccidere Marius, Éponine
(Samantha Barks), figlia dei Therandier, si sacrifica al suo posto, confessandogli di amarlo. Javert viene scoperto e condannato a morte e toccherà proprio a Valjean, unitosi ai rivoltosi dopo aver scoperto la storia tra Marius e Cosette, ad ucciderlo. Valjean però
finge di giustiziarlo e, pur sapendo che continuerà a dargli la caccia, lo lascia andare. Resosi conto che Valjean è una brava perona, Javert, colto dal rimorso, si suicida gettandosi nella Senna. Durante il secondo attacco quasi tutti i rivoluzionari vengono uccisi, tranne Valjean, che riesce a mettere in salvo Marius, privo di sensi. Il giorno seguente Valjean accossente al matrimonio dei due giovani, ma decide di scappare per non
compromettere Cosette con la sua presenza. Venuto a sapere da Therandier che Valjean gli ha salvato la vita, Marius abbandona la festa con Cosette per raggiungerlo, ma ormai Valjean è in punto di morte: prima di spirare, però, consegna a Cosette una lettera in cui racconta il suo passato e quello della sua vera madre, poi muore ed entra in paradiso, accompagnato dai fantasmi di Fantine, Éponine e di tutti i ribelli morti durante i moti.

La colonna sonora. Su precisa indicazione di Hooper, quasi tutte
le canzoni del film sono state cantate in presa diretta, con un pianoforte che
accompagnava gli attori che cantavano durante le riprese. Solo in seguito è
stata aggiunta l’orchestrazione, registrata in studio. L’album della colonna
sonora, uscito anch’esso verso la fine del 2012, non include tutte le canzoni
presenti nel film. Inoltre Schönberg ha appositamente composto per la
pellicola un brano dal titolo Suddenly. Il disco ha avuto un
grandissimo successo di vendite, raggiungendo il primo posto nelle classifiche
di parecchie nazioni, ed arrivando in cima alla Billboard 200.

Curiosità: al momento in cui scriviamo Les Miserables ha
incassato oltre 420 milioni di dollari. Si è aggiudicato 3 Oscar (miglior
attrice non protagonista ad Anne Hathaway, miglior trucco e miglior
sonoro) ed altrettanti Golden Globe (uno sempre ad Anne Hathaway, gli
altri due come miglior film commedia o musicale e uno a Hugh Jackman come
miglior attore in un film commedia o musicale). Il film è stato girato nei
Pinewood Studios di Londra per quanto riguarda gli interni, mentre per gli
esterni sono state scelte location a Gourdon in Francia, a Winchester,
Kettering, Ewelme, Portsmouth, all’Old Royal Naval College di Greenwich e nello
storico cantiere navale di Chatham.
Molti degli attori che in tutti questi anni hanno reso celebre il musical sono
presenti nel film in piccoli ruoli, mentre gli stessi Cameron MacIntosh e
Claude-Michel Schönberg
appaiono in brevi cameo. Durante la cerimonia degli Oscar tutti i protagonisti
si sono esibiti cantando dal vivo sulle note di Suddenly e
One Day More
, prendendosi una commossa standing ovation dai loro
colleghi tra il pubblico.

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here