DESI ARNAZ AL CINEMA (E NON SOLO)

0
380

Iniziò
come cantante (tanto da diventare una delle figure più interessanti del periodo
per l’uso sapiente della voce, cui univa una straordinaria duttilità
interpretativa), ebbe poi una discreta fortuna anche come band-leader, eppure Desiderio
Alberto Arnaz Y de Acha III
(2 marzo 1917 – 2 dicembre 1986), erede di una
ricca famiglia cubana (la nonna era la discendente dei fondatori della Bacardi),
è ricordato più per la carriera televisiva e cinematografica e per il
matrimonio con la famosa Lucille Ball che per la sua musica ed è per
questo che facciamo rientrare la sua immagine in questa rubrica.

Il colpo di stato del 1933 guidato
da Fulgencio Batista, che condusse alla definitiva estromissione di Gerardo
Machado, portò all’arresto e alla detenzione per sei mesi del padre Alberto
Arnaz ed alla confisca di tutte le proprietà della sua famiglia, fatto che li
costrinse a prendere la decisione di trasferirsi a Miami (Florida).


Desiderio iniziò a suonare nel
‘Conga Club’ di Miami: visto all’opera da Xavier Cougat, venne  
ingaggiato, appena 19enne, per un tour con la band.


Complice però l’amicizia di
Cougat con Rodgers & Hart, nel 1939 il giovane Desiderio si ritrovò sul
palcoscenico di ‘Too Many Gilrs’, divertente spettacolo di cui,
l’anno successivo, verrà tratta anche la versione cinematografica, sempre
affidata al cantante cubano in coppia con Lucille Ball: è l’inizio di un
sodalizio artistico (dal 1951 al 1959 Arnaz lavorerà anche nel famoso show
della Ball ‘I Love Lucy’) e personale (i due si sposarono in quello
stesso 1940, ebbero due figli, gli attori Desi Arnaz Jr. – che ha
interpretato il padre nel fim ‘The Mambo Kings’ – e Lucie Arnaz,
e poi si separarono 20 anni dopo).


Parallelamente alla carriera
cinematografica (seppure con ruoli minori in diversi film), Desi Arnaz continuerà
la carriera musicale, incidendo un album, ‘Cuban Carnaval’ e una
nutrita serie di successi, tra cui ‘Green Eyes’, ‘Rumba Matumba
e ‘La conga di Nueva York’, quindi, a dimostrazione delle sue capacità,
si inventerà una carriera radiofonica, diventando direttore artistico dello
show di Bob Hope ed una carriera televisiva – inaugurando una nuova tecnica di
ripresa a tre telecamere per le sit-com (tuttora usata) e fondando la casa di
produzione Desilu.


Arnaz ha avuto vari
riconoscimenti, tra cui una nomination nel 1956 al Golden Globe per la miglior
trasmissione televisiva per la trasmissione ‘The American Comedy’.


La sua importanza è rappresentata
dalle due stelle che lo ricordano sulla Hollywood Walk of Fame: una al
6327 di Hollywood Boulevard, per il contributo dato al cinema, ed una al 6220
sempre di Hollywood Boulevard, per quello fornito in ambito televisivo.



 Questa è la
sua filmografia
(tratta
da it.wikipedia.org)
 

– Too Many Girls (1940, Too Many
Girls è stata interpretata da lui anche a Broadway nella stagione 1939-1940);
 


– Father Takes a Wife (1941);
 
– Four Jacks and a Jill (1942);
 
– The Navy Comes Through (1942);
 
– Bataan (1943);
 
– Screen Snapshots: Hollywood in Uniform (1943,
cortometraggio);
 
– Cuban Pete (1946);
 
– Desi Arnaz and His Orchestra (1946, cortometraggio);
 
– Jitterumba (1947) (short subject);
 
– Holiday in Havana (1949);
 


– I Love Lucy (1953, raccolta mai
distribuita di episodi dalla serie televisiva);
 
– 12 metri d’amore (1954);
 
– Forever, Darling (1956);
 
– Salsa (1976, documentario);
 
– The Escape Artist (1982)

Lascia un commento

SHARE
Previous articleHAPPY FEET
Next articleFOOTLOOSE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here