SALSA.IT VOL.14 PRESENTA: LATINGROOVE – LOCOS

0
160

Nel quattordicesimo volume della compilation Salsa.it ci sarà
un gradito ritorno: quello del gruppo Latingroove con la bachata
Locos
.

Quello dei Latingroove è un gruppo attivo da parecchi anni e in Salsa.it
lasciò il segno quando nel volume 3 la bachata Egoista fu
uno dei brani più ballati e di maggior successo. Ma anche al di fuori di questo
contesto hanno sempre prodotto bachate di grande qualità e molto gradite al
pubblico, su tutte basti pensare ad Angels. Ultimamente erano un po’
scomparsi dai radar, per cui chiediamo a due dei fondatori, Erika Ardizzoia
e Dj Sal, cos’hanno fatto a partire dalla loro ultima bachata prodotta…

(Sal) – Sono passati cinque anni dall’ultima bachata firmata
Latingroove
, da allora ognuno di noi ha portato avanti i propri sogni ed
intrapreso strade nuove, sperimentando nuovi percorsi artistici, restando 
sempre fedeli alla musica, una delle nostre ragioni di vita. A volte separati, a
volte insieme, abbiamo voluto cimentarci con generi e sonorità diverse, dalla
kizomba al dubstep e alla dance.

– …e poi siete tornati alla bachata con Locos, come
nasce questo brano? –

(Erika) – Il brano nasce da una mia idea ed è ispirato dal mio forte
amore per il ballo e per la musica, che scandisce la mia vita e quella degli
altri componenti del gruppo, mia madre Patrizia Scruzzi, Dj Sal e
Selina Bergantin
, compositori eccellenti e sempre pronti a trasformare in
realtà tutte le mie ispirazioni e  sensazioni, che in questo specifico
brano hanno superato in forza e chiarezza sicuramente tutte quelle passate.
Il testo della canzone è un bellissimo inno alla musica, il cui mito e colori
non hanno mai fine, fonte da sempre d’ ispirazioni e energia , un’ energia che
traspare in ogni singola parola del testo, in cui ovviamente non possono mancare
messaggi di unione tra persone come forza prima di ogni successo e il tema dei
"sogni " a me tanto caro.

– Un tema che avevi già trattato anche nel libro che hai scritto qualche anno
fa….-

(Erka) – Quello dei sogni era  il protagonista assoluto anche del
libro Angels, sogni con le ali .Il testo di Locos é dedicato
comunque a tutte le persone che hanno fanno della MUSICA la loro vita, ma anche
alle le persone comuni che semplicemente la amano, la ascoltano e la vivono
quotidianamente, un portabandiera di significati preziosi e di un messaggio
importante : MUSICA ES VIDA ! SIEMPRE !

– Ci date qualche info sulla cantante di Locos? –

(Sal) –  La voce scelta per interpretare Locos è quella di
Lenia Diaz Diaz. Voce di grande corposità, forza e grande tecnica, ma
emozionante allo stesso tempo, che avevamo già scelto in passato per Baila
Campeon e Yo Luchè.  Lenia, dopo un periodo di lavoro in Italia, si
è trasferita a Miami, dove continua la sua carriera da cantante in uno show
televisivo con maggior audience di tutta la Florida, America TeVe e dal
2011 è lead vocal nell’ orchestra Celia Cruz All Stars.
Ha cantato per moltissimi artisti, tra cui Albita, El Canario, Oscar De Leon
e Amauri Gutierrez.

– In quest’ultima bachata quanto c’è dello stile che vi ha contraddistinto fino
ad ora e quanto di nuovo? –

(Sal) – In Locos si ritrova tutto lo stile che ha
contraddistinto brani come Egoista, Baila Campeon ed Angels, ma con
un’anima più matura e consapevole.
Anche le scelte artistiche sono state fatte restando fedeli ad artisti e
musicisti che più di altri hanno lasciato il segno nel percorso artistico di noi
Latingroove, come il grande musicista nonché amico Rodolfo Guerra
al basso, che ogni volta ci lascia senza fiato con le sue improvvisazioni e le
sue magnifiche libertà poetiche.
La new entry è invece l’artefice delle percussioni e guira, Miguel Ruiz
Garcia
, che dai Sound Studios di Miami ci ha regalato delle percussioni
moderne, in linea con lo stile d’oltreoceano.
Il sound di Locos miscela sonorità di mondi diversi, da quello
della bachata a quello del pop, fino a toccare la dance anni 90 nel basso di
rinforzo alla Robin S e al tributo all’indimenticabile Robert Miles
dello special. Un mix energetico che però lascia alle chitarre, magistralmente
suonate dal maestro Juan Carlos Vega, il compito di ammaliare e sedurre
ballerini e ascoltatori. Editing e mixing poi sono opera mia.

– Avevte pensato ad un video? –

(Erika) – L’idea c’é ed ho già iniziato a lavorarci, per cui presto
anche Locos sarà accompagnato da bellissime immagini.

Non resta che pazientare ancora quache settimana, per poi ballare sulle note di
Locos.

Mauro Gresolmi

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here