THE LATIN DREAM: INTERVISTA A SHEARLEY ALICEA, LA PROTAGONISTA FEMMINILE DEL FILM

0
141

Quante volte vi é capitato di andare a vedere un film e trovare l’attrice
protagonista seduta tra il pubblico?
Praticamente quasi mai, ma se il film in questione è The Latin Dream
e si vive nelle vicinanze di Milano le probabilità aumentano decisamente! E così
chi vi scrive, recandosi a vedere la tanto attesa pellicola sul mondo della
salsa, si è imbattuto in Shearley Alicea, presente in sala con i suoi
amici ed i suoi allievi di ballo.
L’occasione era troppo ghiotta e alla fine del film, dopo i complimenti di rito,
l’ho fermata per farle qualche domanda:

Innanzitutto che effetto ti ha fatto averlo visto non in una serata
ufficiale di presentazione, ma in una normalissima serata al cinema?

Fino ad ora avevo vissuto la cosa quasi in terza persona, stando dall’altra
parte della barricata, ora in mezzo al pubblico mi sono resa conto che abbiamo
fatto un bellissimo lavoro, ed aver condiviso la visione con i miei amici ed i
miei allievi mi ha fatto emozionare moltissimo.

Come sei stata coinvolta in questo progetto?

Fernando! E’ lui che ogni volta che ha un’idea mi coinvolge e pensa sempre
a me…e per fortuna che le sue idee sono sempre fantastiche come questa, 
io poi gli dico sempre di sì e per l’occasione ho fatto esattamente tutto quello
che mi ha detto lui. Come attrice è stata la mia prima esperienza assoluta
.

Quanto tempo sei stata in ballo con questa esperienza?

Quattro anni, la produzione e la realizzazione del film hanno avuto
parecchie vicissitudini, tra New Orleans e Milano
. –

Qual è stato, tecnicamente parlando, il momento più difficile per te?

Potrebbe essere un cosa strana o stupida per alcuni, ma per me è stato il
momento del bacio finale: ho trovato stranissimo e molto imbarazzante baciare il
miglior amico di mio marito
(Marco Berretta, che nel film interpreta
il ruolo del barista, n.d.r.)!!! Credo la stessa cosa sia capitata a lui
nella scena in cui Fernando va a confessargli di essere innamorato di me! Per le
scene di ballo invece nessun problema, abbiamo ballato tante volte insieme, c’é
un affiatamento che dura da tempo con quasi tutti i ballerini del cast.

Quanto c’é di te nel personaggio che interpreti e in cosa differisce?

La cosa che mi accomuna con Carolina é l’amore, sia quello per il ballo che
quello più in generale: io quindici anni fa mi sono innamorata così di mio
marito. Ci siamo conosciuti a Puerto Rico, ci siamo innamorati in quattro giorni
e dopo tre mesi ero già qui in Italia. Rispetto a lei però sono molto meno
sognatrice e meno dolce, mi piace di più stare con i piedi per terra  e poi
sono più combattiva
. –

Hai qualche aneddoto particolare legato alla lavorazione del film?

Ce ne sarebbero a centinaia! Le litigate con Fernando e subito dopo girare
le scene tutti carini e innamorati, poi considera che ci conoscevamo
praticamente tutti, per cui c’era una grande armonia e collaborazione tra di
noi.

Secondo te potrebbe essere penalizzante il fatto che abbiano distribuito il
film a fine giugno, in un periodo della stagione quasi morto per il cinema, e
tra l’altro solo in due circuiti di sale?

In effetti é un periodo in cui la gente pensa più ad andare al mare che
andare al cinema, ma chi ci tiene veramente viene, e questa sera ce n’era di
gente in sala. Poi ci siamo noi del cast che stiamo facendo una promozione
pazzesca portando tutti i nostri conoscenti in ogni parte d’Italia.

Mauro Gresolmi

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here