HERMIDEZ BENITEZ

0
409

L’artista é forse l’unico professionista che riesce ad esercitare ancora
prima di nascere. E più ancora il musicista, che all’interno del seno materno
riesce ad incamerare nella sua coscienza, come fossero belle melodie, i suoni
naturali che trasporta il sangue, guidato da quel direttore magistrale che é il
cuore.
L’impossibilità di trovare persone che non hanno nessuna preferenza musicale si
spiega in qualche modo con quel contatto inevitabile con tutte le meraviglie
sonore che inondano lo spazio dove l’ovulo fecondato si trasforma in un’altra
creatura del genere umano.
Per questo motivo non é strano che esistano famiglie e dinastie musicali.

Hermidez Benitez é stato consacrato musicista dai suoi più remoti
antenati ed il suo sogno é quello di conservare ed ingrandire questa eredità.
Suo nonno  Alejandro é stato compositore ed interprete di veri e
propri gioielli del folklore della costa atlantica colombiana.
Suo padre, Hermidez, ha ereditato la qualità artistica di Alejandro
e la mise a disposizione di orchestre della fama dei Los Hermanos Martelo, Juan
Piña y Sonolux e di molte altre. Il testimone passò poi nelle mani dei quattro
figli di Hermidez, di cui tre sono diventati ottimi pianisti, percussionisti e
suonatori di strumenti a fiato.
Il figlio maggiore, che ha preso il nome del padre, é diventato musicista
professionista già all’età di quindici anni, dopo essersi diplomato nella
prestigiosa accademia Por Arte di Medellin, una delle più rinomate in Colombia.
In questa città il suo talento andò al servizio delle orchestre Flamingo Jazz,
Hotel Intercontinental e Gabriel Romero y su Selección Colombia. Ad appena
vent’anni di età, l’orchestra di Germán Carreño se lo portò a Cali, dove riuscì
a mettere in mostra tutte le sue virtù nei luoghi più prestigiosi, facendo
incetta di premi. Da lì a Miami il passo fu breve: tre le orchestre in cui
militò, la Imensidad, la Cachaco (con la quale vinse un disco di platino per la
salsa Si Supieras) e El Equipo.

Hermídez Benitez ha inciso dischi con artisti ed orchestre del calibro di
Jessica Simpsom, Shakira, Mana, Angelica Maria, Juanes,Gilberto Santa Rosa,
Paulina Rubio,Maria Conchita Alonso, Braulio, Maggie Carlés, Joe Arroyo, The
Latin Brothers, la Sonora Dinamita,Carlos Nuño y la Grande de Madrid, El Ciclon,
Alfredo Delafe, los Titanes, Tito Gomez, Fruko y sus Tesos,Maelo Ruiz, Tito
Rojas,Luisito Carrion,Grupo Niche, Oquesta Guayacan, Eddie Santiago, Frayla
Esther, Alvaro Torres, Paquito Guzman, Jose Alberto el Canario, Pedro Bull, Cano
Estremeda, Juan Bau, Luis Angel, Silvina di Lorenzo,Cris Manzano, Rey Ruiz, La
India,Chamaco Rivera e tanti altri.
Partecipò al primo reality show latino negli Stati Uniti, chiamato la Banda Del
Pueblo, prodotto da Telemundo. E’ stato direttore della Sonora Carruseles de
Colombia assieme al suo fondatore Mario RIncon pachanga.
Dopo tanti anni in tantissim orchestre, é giunto il momento per Hermidez Benitez
di fondarne una tutta sua, la Sonora Ceiba con l’intento di fondere e
modernizzare i ritmi tropicali, come fanno nel loro primo disco, La Nueva
Era Del Boogaloo
.

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here