DAVID BOWIE: UN ALTRO PEZZO DI STORIA DEL ROCK SE NE VA

0
118

Anche il 2016 si apre con un grande della musica che se ne va: l’anno scorso
fu Pino Daniele, quest’anno è toccato a David Bowie, da un anno e mezzo
in lotta contro una malattia che alla fine ha avuto la meglio.
David Bowie ha attraversato 50 anni di musica rock, reinventando sia il
suo stile musicale, mai uguale a se stesso, sia la propria immagine, creando
alcuni alter-ego che sono rimasti nella storia, quali Ziggy Stardust,
Halloween Jack, Nathan Adler, Il Duca Bianco
.
Ha iniziato con il folk acustico, per passare al glam rock, al soul,
all’elettronica, raggiungendo sempre livelli eccelsi e diventando un vero punto
di riferimento anche per altri artisti.
David Robert Jones, questo il suo vero nome (lo cambiò in Bowie,
nome preso da una famosa marca di pugnali, perché quando iniziò la sua carriera
musicale c’era già in Inghilterra un altro David Jones), seppe anche lasciare il
segno nel mondo del cinema, sia come protagonista (L’uomo Che Cadde Sulla
Terra, Furyo
), sia in ruoli secondari, ma rimasti nell’immaginario di
tutti (Labirynth, L’Ultima Tentazione di Cristo, The Prestige),
sia in alcuni ruoli cameo (Twin Peaks, Fuoco Cammina Con Me, Zoolander).
Le sue canzoni hanno accompagnato intere generazioni, da Space Oddity
a Heroes, da Life On Mars a Starman,
da China Girl a Let’s Dance, da Station To
Station
a Diamond Dogs.
Numerosi gli omaggi tributatigli dalla rete, non appena è trapelata la notizia
della sua morte: tra i post più belli quello che, giocando sul suo personaggio
di extraterrestre, diceva "David Bowie non è morto, sono venuti a
riprenderselo."

A chi scrive piace pensare che lassù abbia ritrovato Freddy e che insieme
stanno deliziando tutti con la loro mitica Under Pressure

Mauro Gresolmi

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here