MILANO LATIN FESTIVAL, UN NUOVO APPUNTAMENTO DAL 13 AGOSTO AL 29 SETTEMBRE

0
30

Aumentano le temperature e si scaldano gli animi. L’estate 2015 sarà ricca di
novità e appuntamenti che vedranno coinvolta la città, dall’Expo al Milano Latin
Festival. E tutti coloro che decideranno di trascorrere il mese di agosto a
Milano non resteranno delusi, né tantomeno annoiati.

Dal 13 agosto al 29 settembre, l’area esterna al Forum di Assago ospiterà
la prima edizione del Milano Latin Festival: un viaggio ideale nella
realtà latinoamericana dove le parole d’ordine saranno divertimento e cultura
con un programma ricco di iniziative per tutti. Musica, concerti, balli, mostre
e gastronomia: Milano Latin Festival sarà il punto di riferimento della cultura
latinoamericana per “Expo in città”, il progetto del Comune di Milano e della
Camera di Commercio che coordina il palinsesto di eventi durante l’Esposizione
Universale.

MUSICA E TRADIZIONE – Un grande palco, con 1500 posti al coperto, sarà
per tutta la settimana il cuore pulsante del Festival e la vetrina ideale per dj
set, concerti e animazione: nella serata di lunedì si alterneranno dj
latini di fama internazionale e ballerini professionisti per coinvolgere il
pubblico con i ritmi di salsa, merengue, bachata e tutto il panorama della
musica latinoamericana. Il martedì sarà dedicato alle donne con la
Lady’s Night
; tutti i mercoledì un’orchestra trascinerà in atmosfere
uniche e travolgenti interpretando i grandi classici della musica
latinoamericana; il giovedì saranno le scuole di ballo a essere
protagoniste e ad animare il pubblico con la loro esperienza e professionalità,
mentre le serate di venerdì e sabato ospiteranno concerti con musica dal vivo
per un fine settimana all’insegna del ritmo e del divertimento. Il palco non si
fermerà nemmeno di domenica, con la serata dedicata al folklore del
Latinoamerica: danze, ballerini e costumi tradizionali, dagli immancabili colori
caldi e vivaci e dai riti antichissimi come quello della Pachamama (Madre
terra), originario dei popoli andini o il Festival del Pasillo di Colombia ed
Ecuador.

Sabato 15 agosto, il Festival ha in programma un’alternativa unica al
Ferragosto in città. Carnaval – L’America Latina riceve il mondo,
tra gli appuntamenti di “Expo in Città”, porterà al pubblico la magia del
carnevale attraverso maschere, costumi, parate ed esibizioni che dal grande
palco si snoderanno per tutto il villaggio del Festival. Saranno coinvolti i
Paesi latinoamericani ma non solo. Artisti provenienti da tutto il mondo sono
chiamati a mettere in scena la propria tradizione del Carnevale in un grande
spettacolo di incontro e festa.
Il Festival è anche tradizione, e non mancherà di rendere omaggio ai Paesi del
Latinoamerica in occasione delle Feste Nazionali celebrandone l’identità
storica e culturale: Uruguay (25 agosto), Brasile (7 settembre), El Salvador (15
settembre), Messico (16 settembre) e Cile (18 settembre).

DIREZIONE ARTISTICA – La direzione artistica della prima edizione del
Milano Latin Festival è affidata a Maykel Fonts, ballerino e coreografo
cubano, diplomato nella scuola più famosa dell’isola, il Tropicana, artista
poliedrico di fama internazionale, molto amato in Italia grazie anche alla sua
partecipazione televisiva al programma Rai Ballando con le stelle dove ha
consolidato la popolarità delle sue doti straordinarie e del suo innato talento,
ben oltre l’ambito latino. E, proprio in virtù delle sue origini cubane, sarà
sua la cura dell’animazione di Piazza Cuba, una delle piazze tematiche
all’interno del villaggio del Festival.
Due appuntamenti imperdibili lo vedranno protagonista nella doppia veste di
ballerino e cantante: con una propria orchestra, composta da nove musicisti,
MAYKEL FONTS Y SU SON CUBANICHE
, si esibirà in concerto il 4 settembre;
Maykel Fonts tornerà più avanti sul palco del Milano Latin Festival, nella
settimana di chiusura, il 25 settembre, per presentare in anteprima il
suo nuovo spettacolo di danza.

CONCERTI – Tra gli altri gruppi già confermati, che rappresentano
l’eccellenza latina in Italia e che animeranno la nostra estate a ritmo di
salsa, bachata e reggaeton, spiccano:

K.L.C CLAVE CUBANA (22 agosto) – un progetto nato nel 2003 dalla passione
di tre ragazzi italiani di origine cubana (Pachi, Danel, Miky) che si
caratterizza per un suono unico che unisce la musica tradizionale cubana al
reggaeton. E’ dello scorso 16 aprile la loro partecipazione al programma
Italia’s Got Talent
, trasmesso da Sky Uno, dove hanno conquistato pubblico e
giurati.
CROMA LATINA (5 settembre) – un’orchestra formata da dieci musicisti,
tutti con grandi esperienze alle spalle, tra i quali Fausto Olmi al piano,
leader e fondatore della band, e le voci soliste di Max e Rita. Rita è la
splendida voce femminile anche portavoce della band. Caratteristica distintiva:
la proposta in chiave salsa di grandi successi della musica italiana.
LA MAXIMA 79 (29 agosto) – un progetto ideato dal Dj Fabrizio Zoro, che
ha contribuito a riportare in voga e riavvicinare il pubblico alle sonorità
classiche della salsa degli Anni ’70 e della vecchia scuola salsera.

VILLAGGIO E GASTRONOMIA – Un giardino dell’Eden, con una fontana
zampillante e la ricostruzione del Machu Picchu peruviano, una delle più
meravigliose opere architettoniche al mondo, accoglierà il pubblico e lo guiderà
nel Nuovo Mondo. Un orto verticale, coltivato sapientemente con piante di
pomodoro originarie delle Americhe, sarà la parete di accesso al grande
villaggio del Festival. Il villaggio, con i sapori, i profumi e i colori del
Latinoamerica, è uno spazio di incontro e unione culturale ma è pensato anche
per far conoscere e valorizzare la specificità di ognuno dei suoi Paesi. Ogni
sera si animeranno tre piazze danzanti: Piazza Santo Domingo, Piazza Cuba
e una terza Piazza dedicata interamente a quei generi musicali, le cui
origini provengono dalla musica africana, spagnola e dalle forti tradizioni
degli indiani d’America, come la cumbia, il vallenato, il bolero, la musica
afroperuviana e la salsa dura. Spazi, come il Barrio Caribe, allestiti
per ricreare l’atmosfera di quartieri latini, proporranno musica, dj set e
animazione ricreando in miniatura l’atmosfera del Paese che rappresentano anche
grazie alla presenza dei locali tipici di questi luoghi (Playa Santo Domingo,
Mojiteria Pachanga, Morgan Bar
). Il villaggio ospiterà quattro ristoranti:
il brasiliano Fogo Na Brasa, l’ecuadoregno El rincon de Lupita con
una variegata offerta a base di pesce, l’argentino La Cruz del Sur,
Parrillada Argentina. Osteria Sudamericana
con la tradizionale parrillada de
carne, e Las Americas che offrirà molte specialità di diversi Paesi
latinoamericani. Saranno inoltre presenti numerose degustazioni di piatti tipici
per una sosta golosa tra danze e concerti: El Rinconcito del Sabor con la
deliziosa picanha brasiliana, La Fonda Chilena con le tradizionali
empanadas, Amor y Pasion con la variegata cucina peruviana, gli sfiziosi
churritos venezuelani… Non mancheranno espositori di artigianato tradizionale
con tessuti, ceramiche, oggetti in legno e in ferro, di arte orafa e di prodotti
naturali per la cura della salute e dell’alimentazione, biologici ed
equosolidali.

CULTURA
– Cultura non è solo musica e gastronomia. Il Milano Latin Festival
offre molto di più! Il Salone delle Nazioni è il luogo del Festival
destinato a ospitare le Rappresentazioni Diplomatiche, gli eventi organizzati
dagli Enti e dalle Istituzioni dei Paesi partecipanti, il Museo del Rum e
due importanti mostre fotografiche permanenti che accompagneranno questa prima
edizione.

Museo del Rum – Il museo, allestito all’interno del Salone delle Nazioni,
e realizzato in collaborazione con Velier e Mediland srl, offre uno
straordinario percorso lungo tutte le fasi di lavorazione che portano alla
produzione del distillato, dalla coltivazione e dal taglio della canna al
processo di distillazione e all’imbottigliamento. Il viaggio, attraverso video e
fotografie, illustrerà anche come il ron fosse prodotto un tempo e prevede una
degustazione del prelibato frutto di tanto lavoro con la possibilità di
acquistare bottiglie pregiate di rum invecchiati ed extra invecchiati.

Mostra fotografica omaggio a Monsignor Romero – Lo scorso 23 maggio 2015
Monsignor Oscar Arnulfo Romero y Galdámez, Arcivescovo di San Salvador, è stato
beatificato. Nato il 15 agosto 1917 a Ciudad Barrios, nel Salvador, dedicò il
suo Ministero a denunciare le violazioni dei diritti umani nel suo Paese. Fu
assassinato il 24 marzo 1980, durante la celebrazione di una messa, da uno
squadrone di estrema destra. Per ricordare e far conoscere la sua storia, il
Consolato del Salvador a Milano e Milano Latin Festival organizzano una mostra
fotografica per rendere omaggio al martire salvadoregno.
Mostra fotografica Mujer Latina. I 10 anni della rivista Mujer Latina
saranno celebrati al Milano Latin Festival con una mostra fotografica
organizzata e curata dalla Signora Norma Pitman, editore di questa rivista
interattiva, creata in onore delle donne latinoamericane immigrate.

SOLIDARIETA’ E PREVENZIONE – Milano Latin Festival ospiterà
l’associazione Pinoy Club, organizzazione di volontariato, nata a Milano
nel 2002, che si propone come intermediario al servizio dei cittadini stranieri
offrendo assistenza burocratica, finanziaria e legale; Vida a Pititinga onlus,
fondata nel 2004 da Edna Galvao, con il costante aiuto del socio sostenitore
Enrico Bertolino, che ha lo scopo di raccogliere fondi per aiutare la piccola
comunità di Pititinga, situata a 65 km da Natal, capitale del Rio Grande del
Nord-Est-Brasile.

Dichiara Fabio Messerotti, organizzatore del Milano Latin Festival:
“Ci sarebbe molto dispiaciuto lasciare la città senza un appuntamento che ha
caratterizzato per molti anni l’estate milanese. Per questo non abbiamo voluto
perdere l’occasione di proporre la nostra visione di quello che dovrebbe essere
un festival latino. Il Milano Latin Festival, nell’anno di Expo 2015, sarà un
luogo di festa, divertimento, allegria, colore, musica, ballo e gastronomia. Un
punto d’incontro fra diverse culture e un luogo per l’integrazione”
.

Per informazioni:
info@milanolatinfestival.it

Ufficio Stampa – Studio Vezzoli R-evolution
Tel: +39 02.6552781 e-mail: r-evolution@studiovezzoli.com
Alessandra Vezzoli cell +39 335.6813563 – Mariapaola Romeri cell +39 339.8412700
 

Comunicato stampa

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here