SALSA.IT VOL.11 – JOSE’ LOPEZ FEAT. GAMILON – SIENTO QUE ME MUERO

0
96

Per la Compilation numero 11 della serie targata Downbridge troviamo una
piacevole conferma che negli ultimi due anni ha saputo donare alla selezione di
Francisco Rojos quel pizzico di sound Argentino mischiato con il sabor
della bachata per un risultato accattivante definito in una sola parola:
Bachatango
Stiamo ovviamente parlando del progetto Gamilon che torna anche
quest’anno con una piccola rivoluzione al suo stile, ormai conosciuto e giunto
dunque al suo primo stravolgimento.
La Bachata di quest’anno infatti avrà’ come sempre nella fisarmonica del maestro
Claudio Ranalli il suo punto di forza, anche se questa volta, ed e’ la
prima novità, ci sarà’ un cantante dominicano a scandire note e parole di questa
canzone, intitolata Siento Que Me Muero. Questo cantante si chiama
José Lopez ed é già conosciuto per aver cantato una canzone di successo
qualche anno fa intitolata Bandida e bissata qualche anno più’ tardi con
Querida Mia.
In questo progetto, Lopez e’ stato fortemente voluto da uno dei
produttori del trio Gamilon, il Dj Producer Fabio Bolzoni che ha
fatto nascere così’ una splendida collaborazione con l’altro Dj Producer
Fabrizio Zoro:
quest’ultimo ha seguito tutto l’iter musicale, dalla
creazione al mixaggio, passando per la parte cantata.
E’ proprio quest’ultima la parte nuova di questo progetto, poiché Lopez
dona alla canzone le sonorità tipiche della bachata in stile Pop che siamo
abituati a conoscere con i vari Romeo Santos o Prince Royce, dando quel tocco
melodico ad un arrangiamento questa volta totalmente diverso da quello che
Gamilon
ci ha abituati ad ascoltare.
Una bachata Pop con fisarmonica ci verrebbe da dire, che va a sostituire il più
marcato bachatango, e questa e’ la novità’ più’ importante, fatto nei precedenti
anni con gli arrangiamenti di Flavio Pizzorno, terza forza di Gamilon.

Una nuova sinergia con un cantante che siamo sicuri ci farà parlare di sé,
insieme alla collaborazione con questi Producers.

Comunicato stampa

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here