SALSA.IT VOL.9 – IL RITORNO DI FITO GRESS CON UN ANCLA EN EL AMOR

0
44

Dopo un anno d’assenza, torna sulla compilation Salsa.it Vol.9 di
prossima uscita il cantautore cubano Fito Gress.
Ricordiamo che la compilation edita da Alosibla Downbridge è stata
proprio il trampolino di lancio della carriera solista di Fito, che prima
di quel momento era il cantante e chitarrista della Banda Del Puerto.
Solo Por Ti, la sua prima salsa, fece apparizione nel 2006 nel
Volume 3
di Salsa.it, e da quel momento il suo successo su vasta scala fu
un’escalation continua: ogni anno i suoi brani hanno impreziosito la
compilation, cimentandosi con identici ottimi consensi sia col genere della
salsa che con quello della bachata, regalandoci anche due memorabili duetti con
Massimo Scalici nelle riedizioni di Es La Musica e Si
Tu Te Vas
, divenute due autentiche pietre miliari nella storia di
Salsa.it.

Nel 2010 Fito ha dato vita anche al suo primo album di inediti dal titolo
Mi Religion
, un progetto che ha assorbito tutto il suo tempo e le sue
energie, tanto da fargli prendere un periodo sabbatico di meritato riposo, nel
quale iniziare a progettare i lavori futuri. In effetti di idee in cantiere
l’artista cubano ne ha messe parecchie e sta cominciando a darsi da fare per
realizzarle.

Nel frattempo Francisco Rojos, direttore artistico del progetto
Salsa.it
, ha scelto di includere nel Volume 9 uno dei brani più belli di
Mi Religion
, che avrà così il primato di essere l’unica traccia non
inedita del disco: si tratta di una salsa romantica dal titolo Un Ancla En
El Amor
, interamente composta, nel testo quanto nelle musiche, da
Fito
e che non ha avuto in questi mesi la fortuna e la visibilità che
avrebbe meritato.
Ascoltando questa salsa, ed apprezzando una volta di più le non comuni doti
canore del suo autore, si può facilmente pronosticare un ritorno da protagonista 
di Fito Gress nella compilation che ha contribuito alle sue fortune di
solista, e di conseguenza nelle piste da ballo, dove i suoi brani sono sempre
stati tra i più ballati ed apprezzati.

Mauro Gresolmi

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here