LA KIZOMBA IN ITALIA: MILANO

0
44

Recentemente ci siamo occupati per la prima volta della Kizomba, un
ballo molto sensuale proveniente dall’Angola, già molto diffuso in Europa da
qualche anno, ma ancora poco conosciuto in Italia. Ebbene, a quanto pare abbiamo
destato un po’ di interesse: ci sono arrivate un po’ di mail, sia da qualche
semplice curioso, che da addetti ai lavori nel settore.
La domanda più frequente che ci hanno rivolto, naturalmente, è stata: dove si
può imparare a ballarla?
Iniziamo allora il nostro viaggio in Italia, cercando di darvi di volta in volta
e di città in città le indicazioni che vi permetteranno di avvicinarvi a questa
nuova disciplina.
Per prima cosa, però, rendiamo il giusto merito a chi ha "sdoganato" la kizomba
in Italia: è stato il ballerino angolano Fernando Domingos, il quale,
assieme alla sua partner Michela Vernati, ha iniziato a diffondere il
nuovo ballo nell’Italia centrale. Com’è avvenuto anche nel resto d’Europa, i
primi ad essere stati sensibili a questo richiamo sono stati gli immigrati, ma
poi, inevitabilmente, la kizomba ha finito per attecchire anche tra i ballerini
nostrani.
Il nostro giro "kizombero" d’Italia comincia da Milano: è proprio nel
capoluogo lombardo, infatti, che esiste l’unica scuola della regione, che nel
giro di un paio d’anni ha già avviato alla Kizomba duecento ballerini.
Punto di ritrovo, sia per i corsi in pre-serata che per ballarla in pista, è il
Crazy Jungle, che ha pure una serata ad essa dedicata. Ad
insegnarla ci pensano i maestri Davide e Laura del gruppo " La
Pandilla Latina ",
allievi dal 2009 dei più famosi maestri
internazionali come Kwenda Lima , Afrolatin Connection , Kizomba dk , Joao N
Rocha
.
Ancora oggi i due insegnanti viaggiano per partecipare ai più grandi congressi
internazionali, spesso tenuti all’estero, per frequentare stage e corsi di
aggiornamento.
Davide e Laura con passione e tenacia hanno creduto sin da subito alla forza
coinvolgente ed esplosiva di questo ballo altamente ed estremamente sensuale, e
danno un grande contributo alla sua diffusione, non solo con i corsi e le serate
danzanti, ma anche con stage e partecipazioni ad eventi speciali.

Mauro Gresolmi

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here