MICHAEL STUART

0
241

E’ recentissimo l’omaggio che Michael Stuart ha tributato a Louie
Ramirez con un album a lui dedicato.
Nato il 9 gennaio 1975 a New York City da genitori portoricani, viene
influenzato musicalmente dallo zio Israel “Timbalero” Stuart, musicista e
direttore d’orchestra. Michael cresce ascoltando principalmente hip hop e rock,
ma nella sua casa si ascolta ovviamente anche molta musica latina, inoltre una
sua passione era accompagnare lo zio alle prove esercitandosi a cantare e
suonare maracas e congas. Le sue voci di riferimento furono Héctor Lavoe ed i
cantanti de El Gran Combo, ma è stato soprattutto Domingo Quiñones ad aver
influenzato lo stile di Stuart nel canto.
Con l’aiuto di suo zio, non passò molto tempo prima che Stuart potesse cantare
con artisti del calibro di Johnny Rivera e Marc Anthony. E nel 1996, a soli 21
anni registra il suo primo CD, Cuento de la Vecinidad (Racconto del
quartiere)
, che comprendeva un remake di Michael Jackson “The Lady in My
Life”.
La sua prima produzione risulta un successo nella comunità ispanica, insignito
dal Magazine Farandula “New Artist of the Year Award 1996-1997” e Tropical New
Artist Award 1997 per il Premio Musica Tu, nominato inoltre per il “New Artist
of the Year” ai premi Lo Nuestro nel 1997. Anno magico il 1997, poiché Stuart ha
anche la possibilità di cantare in una produzione in onore di Bobby Capo con
artisti quali Danny Rivera, José Feliciano e Chucho Avellanet .
Nel 1998 registrò il suo secondo CD, Retratos (Immagini) che io comprai
direttamente a Puerto Rico!! …con il quale vinse il premio “New Artist Award
Salsa” e, nello stesso anno debuttò anche nella versione portoricana del musical
Jesus Christ Superstar presentato a San Juan insieme a Olga Tañon., vincendo
anche il premio come “Miglior Nuovo Attore dell’Anno”.
A conclusione di un 1998 fondamentale nella sua carriera Michael Stuart ebbe
l’occasione di cantare in un’importante manifestazione insieme a Ricky Martin e
Gilberto Santa Rosa.
Nel 1999 Stuart ricevette un riconoscimento speciale dalla Camera dei
Rappresentanti di Porto Rico, nonché il “Peoples Choice Award” nella categoria
Tropical Music Awards.
Nel 2000, pubblica il suo terzo album, Subeme el Volumen. Nello stesso
anno ha cantato “Algo En Ella” (“Something in Her”) per la colonna sonora di
Under Suspicion, un film che ha visto la partecipazione di Miguel Ángel Suárez e
Nydia Caro . La colonna sonora comprendeva anche canzoni di altri artisti
portoricani quali Carlos Ponce, Ednita Nazario e Olga Tañon . E sempre nel 2000
canta due canzoni nella bellissima produzione Obra Maestra (Masterpiece)
di Eddie Palmieri e del compianto ‘rey del timbal’ Tito Puente.
Nel 2002 Stuart pubblica il suo quarto album, Michael Stuart, decisamente
apprezzato dai palati salseri, mentre nel 2004 si dedica ad una produzione
latin/pop con l’album Sin Miedo, con il quale ottenne la candidatura ai Latin
Grammy Awards del 2005 come Miglior Album Tropicale.
Nel 2005 partecipa ad un evento musicale dal titolo significativo Homenajes,
con il quale gira Stati Uniti, Sud America ed Europa, rendendo omaggio ai
migliori artisti di tutti i tempi nell’ambito della musica salsera.
Nel 2006, Michael Stuart produce Back To da Barrio, album con notevoli
influenze di salsa con reggaetton, dimostrandosi al passo con le innovazioni del
momento.
Sentimiento de un Rumbero, uscito nel 2007 è più vicino alle sonorità con
il quale si è fatto conoscere, dopodiché abbiamo dovuto aspettare questo 2011
con il Tributo a Louie Ramirez per ritrovare una sua produzione, però il
single “Estar Enamorado” si fa già molto sentire nelle piste, preludio
probabile di un nuovo album inedito….

Discografia –
Cuento de la Vecinidad (1996);
Retratos (1998);
Subeme El Volumen (2000);
Michael Stuart (2002);
Sin Miedo (2004);
Back To Da Barrio (2006);
Grandes Exitos (CD & DVD) (2006);
Pura Salsa (2006);
Sentimiento De Un Rumbero (2007);
Tributo a Louie Ramirez (2011)

Fonti informative:
website: en.wikipedia.org/wiki/Michael_Stuart;
website: salsa.it/recensioni

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here