LETICIA BAL: ALLA RICERCA DELLE SONORITA’ DELLA MARIMBA

0
43

La marimba è uno strumento musicale a percussione di tipo idiofono che ha origini africane, ma è diffuso anche in paesi come Guatemala, Nicaragua, Costa Rica e negli stati a sud-est del Messico. In quest’ultimo paese e in Nicaragua è considerata uno degli strumenti più rappresentativi della musica folclorica.
Lo strumento è formato da una serie di piccole tavole di legno duro, sotto le quali vengono disposte, come risonatori, zucche essiccate e svuotate o grosse canne di bambù.
La xilomarimba è una versione perfezionata dello strumento, nella quale i risuonatori sono di metallo, ed è entrata a far parte delle orchestre di musica leggera e sinfonica.
Oggi lo strumento ha conosciuto uno sviluppo tecnico notevole. Fino a qualche anno fa, i modelli di marimba in commercio erano di 4 ottave. Oggi i compositori scrivono quasi esclusivamente per 5 ottave.
Il moderno repertorio per marimba include brani solistici, ensembles di percussioni, concerti per marimba e orchestra, jazz ensembles, marching band wind ensemble o composizioni per orchestra. I compositori contemporanei hanno utilizzato sempre più spesso il suono unico della marimba, ed è ormai comune trovarla nella nuova musica per wind ensemble anche se un po’ meno per orchestra. I modelli migliori, per i concerti, sono costruiti con il palissandro dell’Honduras, chiamato anche “legno di rosa”. Modelli di minore qualità vengono costruiti in padouk e in vari materiali sintetici
La moderna musica per marimba prevede l’utilizzo di quattro battenti simultaneamente (raramente fino a sei), permettendo di eseguire accordi e di suonare i salti agevolmente. Diverse sono i metodi di presa delle bacchette. Le più comuni impugnature sono: la tecnica Burton (Burton grip) (ideata dal popolare vibrafonista Gary Burton); l’impugnatura tradizionale(o “cross grip”) e il metodo Stevens (Stevens grip) ideata da Leigh Howard Stevens.

La percussionista olandese Leticia Bal propone nel suo cd ‘ Live at the Kromhout’ dodici brani interamente da lei composti ( eccetto le tracce 1 e 9 dove è accompagnata dalla bella voce della cubana Delia Gonzalez ) che spaziano dai ritmi latini alla ricerca jazz piu’ evoluto. L’album si apre col famoso ‘El Manisero’ , Son Pregon reso famoso negli anni ’30 dalla vocalista cubana Rita Montañer; segue ‘Juan’ sorta di preludio per marimba , ricerca espressiva su tutte le possibilita’ cromatiche che lo strumento consente, ‘ Mixtura’ riprende il tumbao di ‘Azucar pa ti’ sviluppato nelle tonalita’ basse della tastiera: un Son ballabile.
‘ Imao’ propone sfumature andaluse fraseggi tra il sax soprano di Paul Weiling e la melodia flamenco della marimba danno luogo a sonorita’ gitane; ne ‘ Indonesia’ Leticia usa tutte le possibilita’ espressive dello strumento: una ricerca vibrante dei suoni ; ‘El pasado’ : viaggio nelle sonorita’ che portano dall’ Africa ai Caraibi orientali – come Trinidad, Tobago, etc – il sound ricorda quello del Calipso. A ‘ Chocolate sprinkles’ segue il Son Campesino ‘ Calmate’ : gli strumenti sono realizzati con la voce nello stile cd. ‘a cappella’ ; ne ‘El swing’ famoso brano composto da Chiquitin Garcia e portato in Salsa Gorda negli ani ’90 da Andy Montañez, troviamo la fusione del Montuno che nella Salsa viene effettuata dal piano mentre, in questa esecuzione, dalla marimba. In ‘ Merengue’ si gioca ritmicamente tra tra la guira metallica ( Tyrone Collis, poli strumentista ) e la marimba.
Chiudono l’album – della durata di 45’ – i brani ‘ Zachtjes tikt de Kromhoutwerf’ e ‘ De echo van imao’.

Info: www.rumbadama.nl

Roberto Rabbi

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here