GUIDA ALLA LETTURA : SOGNI DI CARTONE

0
23

Siamo Lieti di presentare un nuovo libro frutto dell’esperienza di un salsero
che svolge la professione di Ippocrate ma che ha sempre amato la musica latina e
con Sogni di Cartone ci racconta un po’ un mondo che intercorre come una sinapsi
in stile "Avatar" tra Uomo e Donna in una visione molto dettagliata con
similitudini che andranno anche in fondo ai mari la dove vivono i Polpi.
Non mancheranno gli incontri con maestri della musica latina ma ciò che colpisce
è come molti si ritroveranno nelle parole scritte da Mauro Antonio Albrizio,
Pugliese di nascita ma cittadino del Mondo.
La premessa la potete leggere qui sotto ed il libro lo potrete trovare
finalmente nelle librerie. e  se l’editoria ha creduto nel progetto di
questo ballerino , dottore e scrittore vuol dire che qualcosa di buono
c’è…buona Lettura

PREMESSA
 “Sogni di Cartone” è un esperimento…un tentativo in cui “tutti” possono
cimentarsi ma “quasi nessuno” riesce a trovare il coraggio per farlo. Una vita
qualunque, messa a nudo senza freni inibitori alla ricerca della propria verità
assoluta e smembrata in tre componenti fondamentali: la sfera sentimentale
raccon-tata nel primo capitolo, la razionalità nel secondo capitolo e la
psicoterapia, narrata quasi interamente in prima per-sona, così come avviene
nella realtà, nel terzo capitolo, dove l’autore sembra recarsi dietro le quinte
della sua co-scienza per scoprire i retroscena degli avvenimenti descritti lungo
il cammino attraverso la sua stessa personalità. L’assoluta verità nascosta in
qualunque essere umano tuttavia…è scandalosa e finisce per provocare reazioni
negative, di paura, di rifiuto nella maggior parte dei super-ficiali. Il
coraggio di esibirla e la serenità per accettarla e farne tesoro…rarissimi
diamanti di saggezza. “Il cammino” è rappresentato da una figura retorica: una
valigia piena di sogni che accompagna ogni essere umano in tutte le sue
esperienze con i suoi contenuti cangianti e significativi…il bagaglio è una
realtà, esiste davvero, ma il suo materiale simbolico è il cartone, che si
sgretola ad ogni pioggia, ad ogni risveglio di realtà, ad ogni sconfitta,
lasciando scivolare via i sogni di chi la trascina… Tuttavia ogni volta che la
si apre, la si trova sempre piena: forse perché la velocità con cui fantasia e
tenacia riescono a generare sogni è maggiore della rapidità con cui la vita
riesce a spezzarli…

Fabrizio Zoro – fabrizio@salsa.it

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here