Roberto Linares Brown

0
218

Molto semplice fare la biografia di questo artista, perché nel retro del cd
promo “Que no se perda la esencia”, sua prima produzione da solista, vi è
riassunta tutta la sua attuale carriera e quindi non è bastato altro che fare
una traduzione dallo spagnolo.
Roberto Linares Brown è nato il 2 aprile 1976 a Cuba, nel paesino di Guaimaro
(provincia di Camaguey).
La passione della musica è così forte fin da piccolo che già all’età di 9 anni
comincia a studiare seriamente, specializzandosi in tutte le forme della
percussione cubana presso la scuola d’arte della provincia nativa.
Mentre studia si diletta a comporre ed arrangiare musica, sempre con una forte
inclinazione a creare musica popolare cubana.
A 20 anni, nel 1996, sul finire degli studi, comincia la sua carriera
professionale suonando con vari gruppi, tra cui ‘Valentin y los 10 del Caribe’.
Successivamente si trasferisce a L’Avana, dove comincia a lavorare, come
pianista, con l’Orchestra ‘Azucar Negra’.
Nel giugno 2001 diventa il tastierista di una delle migliori orchestre di Cuba:
Adalberto Alvarez y su Son, con il quale lavora per 4 anni e diventando
l’arrangiatore delle sue ultime tre produzioni. Con Adalberto Alvarez realizza
diversi tour internazionali e visita più di 20 nazioni, ed inoltre può
condividere la scena con artisti importanti quali Victor Manuelle, Ray
Sepulveda, La Sonora Poncena, Compay Segundo e molti altri.
Il suo talento viene riconosciuto e molti artisti lo chiamano per collaborare
negli arrangiamenti delle loro produzioni, tra i quali citiamo Mario Rivera (Mayito
Van Van), Miguel Enriquez e gli Habana City.
Attualmente conosciuto nell’ambiente come “El seña”, Roberto Linares Brown ha
pensato bene in questo 2008 di proporre il suo primo lavoro discografico,
“Que no se perda la esencia”
e, successivamente il secondo mini-album “Pà
Ti Dj”
nei quali si è occupato personalmente di tutta la direzione musicale.

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here