Un Ottimo Libro

Premetto che non è la prima volta che lo faccio, ma, recensire un libro che parla della canzone latina d’autore mi reca un vero piacere e rappresenta per me un vero onore dal momento che è il primo libro del genere che leggo in vita mia su questo argomento. Pur avendo già letto molti testi e libri che parlavano di Salsa , Merengue Mambo ecc questo che ho appena letto è un libro di ottimo livello culturale e che amplia e soddisfa la sete di conoscenza di chi ama il mondo latino Americano in genere.

L’autore è Fabio Veneri un giovane (28 anni) mantovano, giornalista pubblicista, che scrive per diversi periodici cartacei ed è caporedattore di un portale Internet, il suo lavoro nel sociale e la passione per la tematica dell’emigrazione Italiana all’estero gli hanno spalancato le porte dell’universo dell’america Latina.

Il libro parte proprio da qui cioè dal far emergere il lato sociale della canzone latina ed i suoi protagonisti. Per questo la canzone d’autore latina meglio racchiude in se le tematiche del libro. La canzone d’autore consente infatti proprio questo: “…trasmettere idee, valori e racconti che servano alle future generazioni come insegnamento o come monito o anche solo come stimolo perché, come sostengono tra le altre anche le Madres de Plaza De Mayo; le uniche lotte che si perdono sono anche quelle che si abbandonano” (come cita il Veneri).

La noia o il pedissequo non appartengono alla penna di Fabio Veneri che in quattro sezioni illustra con dovizia di notizie e particolari gli autori e le opere della canzone d’autore latina.

La prima parte si apre con i caratteri della canzone latina. Veneri qui dimostra di conoscere a fondo il lati reconditi del sociale e della tradizione musicale italiana e latina ed affronta con eleganza e stile la giusta problematica dello spazio che qui da noi in Italia ha questo genere musicale coi suoi “flussi e riflussi” e le influenze latine nella nostra musica. Chiosa infine con un elenco dei vari vocali che hanno fatto la storia della canzone latina d’autore (Santiago del Cile, Città del Messico, Rio de Janeiro, Buenos Aires ed infine l’Avana dove si parla del famoso Casa de las Americas.

La seconda parte è invece si può gustare la storia della nuova canzone latina partendo dalle varie nazioni (Es Repubblica Dominicana, Portorico, Cuba, Bolivia, Perù, Spagna, Venezuela, Brasile, ecc…) ed approfondendo per ogni nazione la tematica principale.

La terza parte è quella che più di tutte mi ha affascinato e colpito. Qui vengono analizzati e portati alla luce personaggi che io proprio non conoscevo o di cui ne avevo appena sentito parlare. Ben 44 artisti della musica d’autore latina vengono posti sotto i riflettori e per ognuno di essi Veneri aggiunge un paragrafo di “canzoni necessarie” cioè di brani che secondo Veneri sono i più rappresentativi, in pratica una autentica guida all’ascolto. Tra tutti e 44 cantautori, quelli che più mi hanno appassionato e intrigato per le ottime informazioni,descrizioni ed analisi approfondite sono (tanto per fare alcuni nomi): Silvio Rodriguez, Amaruy Perez, Liuba Maria Hevia, Santiago Feliù, Pablo Milanes (Cuba), Caetano Veloso (Brasile), Carlos Vives (Colombia), Djavan (Brasile), Atauhalpa Yapanqui, Facundo Cabral e Fito Paez(Argentina) Franco De Vita (Venezuela), Ismael Serrano e Joan Manuel Serrat (Spagna) e per finire uno degli autori e cantautori che io adoro in assoluto Juan Luis Guerra.

La quarta ed ultima parte racchiude i temi delle canzone latine ove Veneri spiega ed analizza in profondità “…i versi più interessanti scritti dai cantautori latini negli ultimi quaranta anni raccolti ed ordinati in nove aree tematiche che sono: La solitudine e la malinconia (bellissime le parole de “il Camino del indio” di Atauhalpa Yapanqui….), l’entusiasmo per la vita, l’amore, l’anticonformismo, il rispetto per le culture autoctone, la storia (in cui spiccano le parole di Ruben Blades con il suo “El Padre Antonio y su monaguillo Andres”…. E quelle di Silvio Rodriguez in “America te hablo di Ernesto” dedicata al Che…), la protesta, la società ed infine gli inni e manifesti.

Il libro (edito dalla Bastogi ed al prezzo di soli 10 €) è condito da foto di Roberto Coggiola e da una essenziale bibliografia, da indirizzi internet (tra cui anche quello di Fabio Veneri che è: fabioveneri@aruba.it) ed appassionerà sicuramente chi come me ama il mondo latino, la sua musica vera e profonda, i suoi sapori ed i suoi colori che danno eternità ai nostri sentimenti più reconditi.

Er Gladiatore

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here