Victor Manuelle

0
153

Bene, questo è un messaggio per tutti quelli che si sono lamentati fino ad ora dicendo che i cantanti di oggi sono solo un gruppo di ragazzi leziosi che non sanno improvvisare. Il messaggio vero e proprio è composto da due sole parole “Vuctor Manuelle”..
.

Questo ragazzo ha tutto: potenza vocale, grande abilità lirica e musicale, come improvvisatore, magistrale senso dello spettacolo, un ottimo gruppo musicale e, care Signore è anche di bell’aspetto..
Nestor e Little Judy hanno predetto che Manuelle sarà colui che sconvolgerà il mondo della salsa, e a giudicare dal suo più recente album e dall’ultima prestazione a New York mai predizione fu più azzeccata..
.

Questo album è diventato decisamente il favorito nel 1996 dai nostri critici. Paragonato alle precedenti registrazioni di Victor questo è decisamente quello che si avvicina di più alla prestazione talentuosa dal vivo del cantante. Infatti ci è stato detto che l’album è stato registrato dal vivo in studio e questo significa che tutto il gruppo è stato registrato contemporaneamente. Questo dà alla registrazione un suono più ruvido di quello usualmente levigato ottenuto con linea di assemblaggio in sala di registrazione. Sicuro, ci sono state le lamentele circa il modo in cui questo album è stato mixato (es. il trombone è difficile da sentire nel pezzo “Ahora me toca a mi”). Nonostante ciò preferiamo perdonare questo inconveniente in cambio dello swing e dell’energia che sprigiona dalla musica. Ci sono degli ottimi pezzi in questo CD in mezzo a loro un più tradizionale “Ahora me toca a mi” (la mia favorita) e Todo Quedo Quedo (favorita di Nestor).Si vede chiaramente la mano di Sergio George negli arrangiamenti anche se mantiene un più tradizionale tocco rispetto al passato come per India, Marc Anthony e D.L.G..
.

I musicisti del disco sono: Ruben Rodriguez (basso), Marc Quinones e Luisito Quintero (percussioni),Chago Martinez (Timbales), Piro Rodriguez e Ite Jerez (tromba), William Cepeda (trombone), Luis Disla (baritono sax) con coro di Jonny Rivera, Luis Cabarcas, Sergio e Huey Dunbar. Jimmy Bosch suonò il trombone solo in “Ahora Me Toca a Mi”.
La nostra speranza è che Victor Manuelle riuscirà a provare che la salsa non deve per forza essere annacquata per essere commerciata con successo.

Lascia un commento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here